Atalanta-Midtjylland, il gol dell'1-1 di Romero (Ansa)
Atalanta-Midtjylland, il gol dell'1-1 di Romero (Ansa)

Bergamo, 1 dicembre 2020 - L'Atalanta ospita il Midtjylland per la quinta giornata del girone D di Champions League. La Dea, reduce dalla vittoria sul Liverpool, passa però in svantaggio 14' a causa di una rete di Scholz. Nella ripresa Romero segna al 79', ma gli uomini di Gasperini non riescono ad andare oltre il pareggio. La vittoria del Liverpool contro l'Ajax concede comunque ai bergamaschi la possibilità di andare ad Amsterdam per giocarsi la qualificazione agli ottavi con due risultati su tre a disposizione. 

Primo tempo 

Gasperini schiera il 3-4-1-2 e sceglie in attacco Gomez, Muriel e Zapata. A metà campo Pessina sostituisce De Roon. Pedersen risponde con un 4-1-4-1, con l'unica punta Kaba là davanti. Il Midtjylland scende in campo con tanta voglia di fare bella figura. Al 5' Anderson calcia da fuori, Sportiello blocca senza problemi. L'Atalanta si dà una sveglia con la viviacità di Muriel, che prima serve Hateboer che calcia addosso al portiere, poi regala a Zapata un pallone soltanto da spingere in porta, che però il colombiano spedisce in curva. Ancora Duvan spreca un buon assist in profondità del Papu Gomez, fallendo l'opportunità in uno contro uno con Hansen. Gli ospiti passano sorprendentemente in vantaggio al 14'. Kaba effettua una sponda di petto per Scholz, che di controbalzo conclude di potenza infilando il pallone sotto l'incrocio dei pali. Sportiello incolpevole può solamente raccogliere la sfera da dentro la propria porta. La Dea regisce, Romero incorna su cross di Freuler ma in bocca al portiere. I bergamaschi vanno a fiammate. Pessina incrocia con il sinistro ma non trova il secondo palo alla mezz'ora, mentre al 38' e al 42' Muriel e Zapata calciano troppo addosso all'estremo difensore avversario, che ha vita facile in entrambi i casi.

Secondo tempo

Il Midtjylland regge dietro e si rende pericolosissimo al 62'. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Kaba colpisce di tacco in maniera spettacolare e prende in pieno la traversa, graziando un'Atalanta evanescente in zona offensiva e distratta in difesa. I padroni di casa cercano con insistenza il pari. Zapata appoggia per la corrente Gosens al 71', ma il tedesco spara altissimo dai sedici metri. La Dea si mangia il pareggio al 75'. Ilicic trova un corridoio strettissimo per servire in profondità Traorè, che di destro colpisce in pieno Hansen; la respinta del portiere favorisce Zapata, che preso un po' in controtempo e da posizione leggermente defilata ci mette solo potenza ma non precisione. Ancora Traorè tre minuti dopo cerca il destro a giro dal vertice sinistro dell'area, l'estremo difensore danese respinge con i pugni. Alla fine di questo lunghissimo assedio Romero firma l'1-1. Hateboer lo assiste con un traversone dalla trequarti, il difensore stacca altissimo e batte Hansen al minuto 79. L'ultima palla gol capita ancora sulla testa di Romero, che stavolta non riesce a bissare l'incornata vincente di qualche minuto prima.

Leggi anche: Juventus, Morata squalificato per due turni

Il tabellino

Atalanta (4-3-1-2): Sportiello; Djimsiti, Romero, Palomino (23' st Toloi); Hateboer, Pessina, Freuler (23' st de Roon), Gosens (41' st Ruggeri); Gomez (1'st Ilicic); Muriel (23' st Diallo), Zapata. A disp.: Gelmi, Rossi, Piccini, Mojica, Depaoli, Scalvini, Panada. Allenatore: Gasperini.

Midtiylland (4-1-4-1): Hansen; Andersson, James, Scholz, Paulinho; Hoegh; Dreyer (37' st Isaksen), Anderson, Onyeka, Mabil (22' st Vibe); Kaba (37' st Madsen). A disp.: Thorsen, Ottesen, Cools, Kraev, Jensen, Pfeiffer, Dyhr, Sery, Schwartz. Allenatore: Priske.

Arbitro: Sidiropoulos (Grecia).

Reti: 13' pt Scholz, 34' st Romero.

Note: serata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Djimsiti, Romero, Kaba, Paulinho. Angoli: 4-1 per l'Atalanta. Recupero: 0'; 5'.