16 gen 2022

L'Atalanta ferma l'Inter: 0-0 al Gewiss Stadium

Pari a reti inviolate tra Atalanta e Inter, ma nel secondo tempo sono fioccate le occasioni: Handanovic salva i nerazzurri, D'Ambrosio spreca al 90'

manuel minguzzi
Sport
Inter Milan's Slovakian defender Milan Skriniar (R)tackles Atalanta's Colombian forward Luis Muriel during the Italian Serie A football match between Atalanta and Inter on January 16, 2022 at the Azzuri d'Italia stadium in Bergamo. (Photo by MIGUEL MEDINA / AFP)
Atalanta-Inter (Ansa)

Bergamo, 16 gennaio 2022 - Zero a zero bugiardo a Bergamo tra Atalanta e Inter. Non che qualcuno meritasse di vincere più dell'altro, ma considerando le tante occasioni create, soprattutto nel secondo tempo, sarebbe potuta finire in altro modo. Brava l'Atalanta a reggere nonostante le tante assenze, presente l'Inter a passare indenne una trasferta difficile dopo le fatiche in Supercoppa. E con una partita in meno, Inzaghi può ancora guardare al futuro con serenità.

Approfondisci:

Serie A, risultati: Venezia-Empoli 1-1, colpo Verona. Vince la Roma, Atalanta-Inter 0-0

Musso salva su Sanchez

Gasperini perde anche Malinovskyi, davanti ci sono Pessina e Muriel. Inzaghi lancia Sanchez al fianco di Dzeko, c'è anche D'Ambrosio. Proprio quest'ultimo è l'autore della prima azione degna di nota della partita con una progressione a destra e cross per Dzeko, Palomino salva tutto. Sale di ritmo l'Atalanta, che comincia a pressare alto come sa fare, ma è imprecisa negli ultimi metri. Altro squillo Inter, cross di Brozovic e girata aerea di Dzeko di poco a lato. A metà tempo un episodio molto discusso, probabilmente da Var se l'Inter avesse segnato, quando Barella ruba a Muriel, sembra fallo, poi Calhanoglu serve Sanchez ma c'è il miracolo di Musso. L'Atalanta si rende pericolosa su un paio di incursioni di Pessina e Pasalic, su quest'ultima c'è contatto con Perisic in area, tutto regolare per Massa, e in generale i ritmi della Dea sono sempre alti. Tuttavia, nessuna delle due squadre trova il pertugio per sfondare e all'intervallo il risultato più giusto è quello scritto sul tabellone: 0-0.

Handanovic super


La ripresa si apre con una occasionissima Atalanta, corridoio di Pasalic per l'inserimento di Pessina: miracolo di Handanovic. Partita vibrante, dall'altra parte Bastoni crossa per Dzeko ma il colpo di testa è ancora impreciso. Le due squadre ci provano, l'Atalanta con i ritmi, l'Inter con il fraseggio, si resta comunque zero a zero. Azione prolungata Inter, la palla giunge a Dzeko sul secondo palo ma Musso è attento. Inzaghi prova allora a cambiare le carte in tavola, dentro Correa, Vidal e Dumfries per dare una svolta alla partita, e in parte ci riesce: al 71' cross di Barella, sponda di Dumfries per Dzeko che arriva scoordinato all'appuntamento buono. I cambi sembrano dare frutti, destro di Vidal che Musso devia. L'Atalanta risponde e, nonostante rotazioni nettamente inferiori, finisce in crescendo. Al 79' zuccata di Pasalic che Dumfries devia fortunatamente di schiena, sembrava gol già fatto, poco dopo contropiede di Muriel e paratissima di Handanovic, infine sinistro di Pasalic su palla persa di Vidal ancora deviato dal portiere. L'Inter, scossa, ha l'occasionissima proprio al 90' con un fantastico assist di tacco di Barella per D'Ambrosio che spreca davanti a Musso. Finisce zero a zero per puro caso, e forse è il risultato giusto. L'Inter sale a 50, ora attenderà Milan e Napoli che giocano domani. L'Atalanta sale a 42 e, tutto sommato, resta in corsa.

Leggi anche - Serie A, colpo del Verona, vince la Roma

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?