Atalanta-Genoa, un contrasto fra Gosens e Zajc (Ansa)
Atalanta-Genoa, un contrasto fra Gosens e Zajc (Ansa)

Bergamo, 17 gennaio 2021 - L'Atalanta ospita al Gewiss Stadium il Genoa, per il posticipo delle ore 18 valido per la 18esima giornata di Serie A. Nel primo tempo il Grifone va vicino al gol in diverse occasioni e la partita risulta molto equilibrata, a differenza della ripresa in cui la Dea domina in lungo e in largo. Nonostante ciò, gli uomini di Gasperini non riescono a sbloccare il risultato, che rimane piantato sullo 0-0. I bergamaschi salgono alla sesta posizione in classifica a 32 punti, mentre i rossoblù diventano sedicesimi con 15 punti raccolti.

Serie A: il big match Inter-Juve

Primo tempo

Gasperini sceglie il solito 3-4-2-1 con Malinovskyi e Ilicic alle spalle di Duvan Zapata. Ballardini schiera un 3-5-2 con Strootman all'esordio a centrocampo e Pjaca e Shomurodov a comporre il tandem offensivo. Pronti-via e Pjaca scatta con una serpentina palla al piede che fa venire mal di testa alla difesa dell'Atalanta; la sua conclusione termina alta sopra la traversa. La Dea soffre gli strappi del Genoa, che alza bene la pressione e tenta di coprire le linee di passaggio agli avversari. Strootman al 7' scodella un gran pallone per Shomurodov, che dai sedici metri sfiora l'angolino basso alla sinistra di Gollini. I bergamaschi cercano di concretizzare un possesso palla finora sterile. Al 18' la prima chance capita sui piedi di Zapata, che dopo qualche rimpallo sugli sviluppi di un calcio d'angolo non riesce a colpire con forza per battere Perin. Poco dopo conclude Ilicic col mancino, tiro troppo largo. Il match è equilibrato, ma è ancora il Grifone ad avere l'opportunità migliore: Shomurodov conclude un'azione ragionata con un destro piazzato, Gollini resta in piedi fino alla fine e para con i piedi.

Secondo tempo 

Il secondo tempo parte un po' a rilento. L'Atalanta ci prova un paio di volte, al 49' di testa con Djimsiti e al 57' con Toloi, ma senza trovare lo specchio della porta. Il Genoa fatica molto di più che nella prima frazione di gioco a uscire palla al piede. Al minuto 65 Hateboer scaglia un destro potente da posizione leggermente defilata e colpisce il palo esterno. Muriel al 72' calcia alta una punizione interessante, mentre Gosens impegna Perin sul primo palo su un traversone deviato dalla difesa. Gli ospiti non escono più dalla propria area di rigore. All'82' De Roon scaglia un destro al volo dal limite, ma anche questo tiro si spegne in curva. Neanche l'assedio finale dei nerazzurri riesce a sbloccare una situazione di stallo e il match si conclude sullo 0-0. 

Leggi anche: Napoli-Fiorentina 6-0, vittoria tennistica degli azzurri