14 apr 2022

Atalanta fuori dall'Europa League, Gasperini: "Soddisfatti del percorso fatto"

Il tecnico nerazzurro ha parlato dopo l'eliminazione ai quarti per mano del LIpsia

matteo airoldi
Sport
Gasperini (ANSA)
Gasperini (ANSA)

Bergamo, 14 aprile 2022 – Finisce ai quarti di finale l’avventura in Europa League dell’Atalanta. A staccare un pass per le semifinali è stato infatti il Lipsia che ha vinto anche il quarto di ritorno grazie a una doppietta di Nkunku. L’allenatore degli orobici Giampero Gasperini, pur non nascondendo la delusione per l’eliminazione, ha cercato di sottolineare ai microfoni di Sky Sport quanto di buono fatto dai suoi ragazzi: “Credo che dobbiamo essere soddisfatti del percorso fatto, perché abbiamo giocato quasi alla pari contro il Lipsia così come era successo con il Villareal. Rispetto agli scorsi anni però, in questa stagione ci è mancato qualcosa in fase realizzativa. Anche oggi ci è mancata quella giocata per girare l’inerzia della gara”. Il tecnico dei bergamaschi non ha fatto mancare una stoccata per il mancato rigore in favore dei nerazzurri per fallo di mano di Olmo: “E’ strano che nel giro di trenta secondi abbia concesso una punizione per un mani con il braccio abbastanza attaccato al corpo e poi non abbia ritenuto rigore il tocco di Olmo. C’è stata confusione. Quando si prendono due decisioni così diverse in situazioni simili c’è qualcosa che non è chiaro”.


Futuro

Pur senza sbilanciarsi troppo, Gasperini ha parlato anche di futuro: “Bisognerà vedere i risultati e come finirà la stagione. Abbiamo fatto cose straordinarie in Champions ed Europa League anche se c’è stato un calo nel girone di ritorno. E’ arrivata una nuova proprietà che stilerà dei programmi e saranno poi fatte delle valutazioni. Vorrei restare fino a quando non do fastidio e fino a quando ci sarà l’entusiasmo di giocare partite come queste. Non tutti le giocano. Molti stanno a cas a guardarle. Tutti siamo stati artefici di questa Atalanta. C’è stato un percorso di sei anni e arriverà come sempre il momento di confrontarci. Quest’anno ci sono state delle novità. La società prenderà atto di tutto e farà delle scelte. C’è un nuovo direttore sportivo che detterà i temi e io in merito dirò le mie idee. Sei anni non sono pochi ma le prospettive future non sono poi così negative”.

Leggi anche - Milan, Pioli: "Crediamo ancora nello scudetto. Il Genoa gioca un calcio efficace"

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?