19 feb 2022

Atalanta agli americani: Percassi vende il 55% a cordata Usa

Il patron della Dea: "Questa partnership con investitori di così alto profilo non potrà che accelerare il nostro percorso di crescita". E' la 18esima proprietà straniera in Italia 

francesco bocchini
Sport
Antonio Percassi e Gasperini
Antonio Percassi e Gasperini

Bergamo, 19 febbraio 2022 - Dopo le voci circolate nella giornata di ieri, adesso è ufficiale: l'Atalanta diventa in parte americana. La famiglia Percassi ha infatti ceduto il 55% delle quote de La Dea Srl, la sub-holding detentrice di circa l'86% del capitale sociale del club nerazzurro, a un gruppo di investitori a stelle e strisce capitanati da Stephen Pagliuca, managing Pprtner e co-owner dei Boston Celtics, oltre che co-chairman di Bain Capital, uno dei principali fondi di investimento al mondo. Ai Percassi resta il 45% e la famiglia manterrà il ruolo di principale singolo azionista, con la governance che sarà espressione di una partnership paritetica: Antonio e Luca Percassi continueranno a ricoprire la carica rispettivamente di presidente e amministratore Delegato dell’Atalanta, mentre Pagliuca verrà nominato Co-chairman del Club.

"Accelereremo la crescita"

“Abbiamo colto, con la mia famiglia, questa opportunità, con l’obiettivo di far crescere la nostra squadra scegliendo di rimanere legati al club, che in oltre 10 anni abbiamo portato a risultati che forse nessuno si sarebbe aspettato da una squadra di provincia - le parole di Antonio Percassi - L’Atalanta, nelle cui file militavo negli anni ’60 è nel mio cuore così come è nel cuore di migliaia di tifosi che la supportano. Ci attendono grandi sfide e la mia convinzione è che la partnership con investitori di così alto profilo non potrà che accelerare il nostro percorso di crescita“.

La soddisfazione di Pagliuca

"Siamo estremamente felici di entrare in partnership con la famiglia Percassi e di essere di supporto per il futuro sviluppo del club - è invece il commento di Pagliuca - L’Atalanta e i Boston Celtics condividono gli stessi valori sportivi: spirito di squadra ed un legame unico con le proprie tifoserie e comunità. Riteniamo che la famiglia Percassi abbia costruito basi solidissime su cui lavorare insieme per un rafforzamento globale del marchio, con l’obiettivo di favorire una ulteriore diversificazione e crescita dei ricavi, permettendo al club di diventare sempre piu’ competitivo su scala italiana e internazionale“.

Le altre proprietà straniere

Con l'arrivo in Serie A della cordata guidata da Pagliuca, sono attualmente otto le proprietà straniere alla guida di società del massimo campionato: Atalanta, Bologna, Fiorentina, Genoa, Inter, Milan, Roma, Spezia e Venezia. Allargando l'orizzonte anche ai tornei inferiori, ecco che troviamo pure Como, Lecce, Parma, Pisa e Spal in B; Campobasso, Cesena, Padova, Pistoiese e Triestina in C. 

Leggi anche: Inter-Sassuolo, probabili formazioni e dove vederla in tv

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?