Gli spagnoli del Villarreal festeggiano l'accesso in finale (Ansa)
Gli spagnoli del Villarreal festeggiano l'accesso in finale (Ansa)

Londra, 6 maggio 2021 - Si spengono sui due pali colpiti da Aubameyang le speranze dell'Arsenal di staccare il biglietto per la finale di Europa League in programma il prossimo 26 maggio, quando a sfidarsi saranno quindi Manchester United e Villarreal. Gli spagnoli hanno protetto con le unghie e con i denti il 2-1 maturato nel primo round che ha di fatto deciso l'esito dell'intera contesa, mentre gli inglesi, a parte le due chance clamorose create dall'attaccante gabonese, hanno prodotto ben poco per far crollare il castello difensivo eretto dal grande ex di turno Unai Emery.

Primo tempo

L'Arsenal cerca subito la via del gol che significherebbe finale, ma la prima chance capita sui piedi di Chukwueze, che con una botta dal limite impegna Leno, che risponde con i pugni. Gli inglesi tengono il pallino del gioco in mano ma, come da previsioni, si espongono alle ripartenze del Villarreal, che al 22' guadagna una punizione grazie a un dribbling di Parejo che disorienta Partey: della battuta se ne incarica proprio il numero 5, che con un destro a giro sfiora la parte alta della traversa. L'Arsenal soffre, trema ma al 26, al primo affondo, colpisce il palo con Aubameyang, il cui esterno al volo chiude un'azione ricca di batti e ribatti nell'area degli ospiti, che poco prima della mezz'ora perdono Chukwueze, costretto a uscire in barella. Al 39' torna protagonista Aubameyang, che tira e mette in difficoltà Rulli, che blocca in due tempi. Anche dall'altro lato del campo per poco non avviene un pasticcio quando la deviazione di Holding sull'imbucata di Parejo diretta ad Alcacer quasi beffa Leno.

Secondo tempo

 Al rientro in campo dopo la pausa Pépé si rende subito pericoloso con una conclusione di prima che si spegne a lato di un soffio. Al 49' va ancora più vicino al bersaglio grosso Smith Rowe dopo un'uscita a vuoto di Rulli, mentre poco dopo il Villarreal sfiora il gol qualificazione con Moreno, che non sfrutta un regalo della difesa di casa e grazia Leno con una conclusione troppo centrale. I ritmi del match calano e per vedere una nuova occasione di marca Arsenal bisogna aspettare il 74', quando un'incornata di Holding manca di poco il bersaglio grosso. Al 79', sempre di testa, arriva il secondo palo di giornata colpito da Aubameyang, che subito dopo lascia il campo appannaggio di Lacazette, che partecipa all'assalto finale degli inglesi insieme agli altri volti nuovi Martinelli e Willian. Assalto che al 90' vede protagonista Bellerin, la cui conclusione viene murata in maniera provvidenziale da Coquelin: è su questa chance che si spengono le speranze dell'Arsenal di raggiungere in finale il Manchester United, che quindi il prossimo 26 maggio dovrà vedersela con un Villarreal coriaceo e fortunato.

Leggi anche - Inter, accordo con la Uefa per sanzioni minimi causa Superlega