Alvaro Morata
Alvaro Morata

Torino, 21 settembre 2020 - Il tormentone riguardante l'attacco della Juventus vive un nuovo clamoroso capitolo. Quando Edin Dzeko sembrava ormai prossimo a trasferirsi a Torino, ecco il rallentamento, dovuto al mancato accordo fra Roma e Napoli per Arkadiusz Milik. Niente polacco nella Capitale, niente via libera dei giallorossi per la cessione del bosniaco, che sabato sera ha guardato dalla panchina i compagni pareggiare con il Verona. E allora, visto l'impasse della trattativa, il club bianconero sta lavorando su altre piste, come confermato dal Chief Football Officer dei campioni d'Italia, Fabio Paratici, che prima della gara con la Sampdoria ha parlato di diverse situazioni in essere, oltre quella per il bomber classe '86.

Ebbene, la Juve ha deciso per il ritorno all'ombra della Mole di Alvaro Morata. L'attaccante spagnolo poco dopo le 1 è atterrato a Torino direttamente da Madrid. La Vecchia Signora, forte del gradimento della punta spagnola, ha riallacciato i rapporti con l'Atletico Madrid, già contattato nelle settimane scorse per sondare il terreno. E con i Colchoneros indirizzati su Luis Suarez, obiettivo anche della Juventus prima che fossero appurati i lunghi tempi tecnici per l'ottenimento del passaporto, la strada è diventata facile da percorrere. Intesa fra le parti trovata: prestito oneroso da circa 10 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 45 milioni. Morata oggi svolgerà le visite mediche per indossare di nuovo la maglia bianconera già dalla prossima partita di campionato.

Morata, già bianconero dal 2014 al 2016 e protagonista indiscusso della cavalcata fino alla finale di Champions League di Berlino contro il Barcellona ha lasciato bellissimi ricordi a Torino e i tifosi sui social lo hanno già riaccolto con entusiasmo, riaccendendo i sogni riguardo a quella Coppa dalle grandi orecchie tanto desiderata. L'importante però è che convinca l'ex compagno e oggi allenatore della Vecchia Signora, Andrea Pirlo.