Andrea Agnelli
Andrea Agnelli

Torino, 15 maggio 2019 - Tanto tuonò che non piovve. Doveva essere il giorno X in casa Juventus con l'incontro fra Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli. E invece dalla Continassa non è filtrata alcuna novità di rilievo. Oggi in sede presenti tutti i vertici bianconeri, compreso ovviamente il presidente, che ha lasciato il centro sportivo poco dopo le 18. Lo stesso ha fatto il tecnico livornese verso le 19:30. Nessuna dichiarazione, come d'altronde era facile attendersi. Bocche cucite al massimo, segno che la situazione è più delicata che mai. Qualcosa bolle in pentola, resta solo da capire quando la società campione d'Italia deciderà di esporsi.

La tempistica, in questi casi e con nel mezzo un club quotato in borsa come la Juve, fa la differenza. Tutto lascia pensare che non avverrà alcunché di ufficiale almeno fino a domenica prossima, giorno scelto per la festa Scudetto sia della squadra maschile che quella femminile all'Allianz Stadium. Da lunedì in avanti poi ogni momento sarà quello buono per la comunicazione sul futuro della panchina dei piemontesi. Che sia la permanenza, con o senza rinnovo, di Allegri (l'ipotesi meno plausibile), oppure una separazione e la relativa nomina del nuovo tecnico, il cui nome è avvolto da un alone di mistero. Quel che è certo è che la Vecchia Signora non si farà trovare impreparata.

O meglio, sarebbe più giusto utilizzare il passato: non si è fatta trovare impreparata. Perché il presidente Agnelli ha già la soluzione al rebus ed aspetta esclusivamente l'attimo giusto per renderla nota. "Chi vivrà, vedrà" (Pavel Nedved dixit).