Marc Marquez, 28 anni, ha vinto 8 Mondiali: uno in 125, uno in Moto2 e sei in MotoGp
Marc Marquez, 28 anni, ha vinto 8 Mondiali: uno in 125, uno in Moto2 e sei in MotoGp
di Riccardo Galli Paura e un futuro ancora tutto da decifrare per Marc Marquez. Carriera a rischio? Forse sì, forse no. Di sicuro il nuovo – ennesimo – problema che ha fermato il campione spagnolo preoccupa e non poco la Honda. "Marc è affetto da diplopia – è stata sentenza dell’oculista, Sanchez Dalmau, comunicata dal team giapponese – ed è stata evidenziata una paralisi del nervo destro con interessamento del muscolo...

di Riccardo Galli

Paura e un futuro ancora tutto da decifrare per Marc Marquez. Carriera a rischio? Forse sì, forse no. Di sicuro il nuovo – ennesimo – problema che ha fermato il campione spagnolo preoccupa e non poco la Honda.

"Marc è affetto da diplopia – è stata sentenza dell’oculista, Sanchez Dalmau, comunicata dal team giapponese – ed è stata evidenziata una paralisi del nervo destro con interessamento del muscolo obliquo superiore destro. Questo nervo è quello già ferito nel 2011".

Problemi – gravi – insomma, alla vista. La diplopia (ovvero la vista di due immagini osservando lo stesso e unico soggetto) la si può curare con un trattamento conservativo (quello che appunto porterà avanti nelle prossime settimane), ma può anche essere oggetto di intervento chirurgico specifico, soluzione, questa, che può risolvere il problema ma soggetta a rischi.

Marquez, insomma, dopo il ko al braccio a Jerez 2020, il ritorno in fretta in pista, la ricaduta e il nuovo lunghissimo stop, intacca già anche il suo Mondiale 2022, senza – al momento – sapere se e quando potrà tornare in pista. Di sicuro c’è che Honda ha già fatto sapere che Marc oltre a non partecipare al Gp di Valencia di domenica, salterà anche la prima sessione di test riservati alla stagione che verrà, in programma il 18 e 19 novembre a Jerez. Poi, appunto, si vedrà e pilota e team decideranno se sarà il caso di ricorrere all’intervento chirurgico che di conseguenza potrebbe riprogrammare il ritorno alle gare di Marquez fra i quattro e i sei mesi.

"Marc ha continuato a sentirsi male – si legge ancora nella nota del Team Honda – e ha sofferto di problemi alla vista", dopo la prima visita medica arrivata all’indomani dell’incidente durante un allenamento su una pista da cross, la settimana prima del Gp del Portogallo. Marquez aveva sbattuto la testa a terra.

"Sono momenti duri – questa la reazione che il pilota spagnolo ha affidato ai social –, sembra che quando piove, diluvi. Dopo la visita oculistica è stato confermato un nuovo episodio di diplopia, proprio come nel 2011. Ci vuole pazienza ma se ho imparato una cosa è che bisogna affrontare le avversità con positività".