4 apr 2022

Brozovic cambia la squadra, Lautaro non incide Skriniar annulla Vlahovic, Dumfries provoca il rigore

HANDANOVIC 5,5. Salvato subito dalla traversa dopo un’incertezza (forse perché disturbato da Chiellini) e dal palo nel finale su tiro di Zakaria, respinge non senza problemi un tiro di Cuadrado. Vede gli attaccanti bianconeri tirare da ogni parte, alcune sue uscite nella trafficatissima area nerazzurra sono provvidenziali

D’AMBROSIO 6. Attento in copertura, molto limitate le sovrapposizioni offensive. Meglio non correre rischi.

SKRINIAR 7,5. Il vero signore della difesa: fa a sportellate con Vlahovic concedendogli pochissimo spazio ma è pure insidioso sulle palle inattive

BASTONI 6. Aggressivo e concentrato nella prima parte, anche a lui tocca prendersi cura “affettuosamente“ del serbo. Ripresa di grande sofferenza contro uno scatenato Cuadrado

DUMFRIES 6. Fatica molto in fase difensiva a contenere Morata, ma ha il merito di guadagnarsi il contestatissimo rigore nel finale del primo tempo (Darmian 6 Si cala subito nel match, difende e riparte sulla fascia).

BARELLA 6. Corre per se e per gli altri, le prende e le dà e qualche passaggio sbagliato è comprensibile. Però la sua presenza è comunque fondamentale.

BROZOVIC 7. Torna titolare dopo aver saltato le due ultime gare in campionato e la sua presenza davanti alla difesa si fa sentire, eccome, soprattutto nei momenti di criticità. Nella ripresa decisivo almeno in un paio di circostanze, esce stremato. (Gagliardini 5,5 Fa il compitino, nulla di più)

CALHANOGLU 6. Prima parte di gara in ombra, un lampo alla mezz’ora con una decisa percussione stoppata in extremis dalla difesa bianconera. Poi il lungo brivido sul rigore: prima sbaglia, poi in qualche modo riesce a spingere la palla in rete, ma quando Irrati gli dice che deve ribattere si presenta sul dischetto con freddezza. E non sbaglia (Vidal 6 Si adegua subito al match, mica tira indietro lagamba. E quasi segna il 2-0...)

PERISIC 5,5. Solita gara di grande sacrificio: spinge sulla fascia con risultati alterni e all’occorrenza rincorre Cuadrado

DZEKO 6. Chi si attendeva un duello muscolare con De Ligt è rimasto deluso: il bosniaco aspetta invano il pallone, allora arretra e aiuta i compagni. Prezioso (Gosens sv).

LAUTARO 5. Si prende un “giallo“ dopo cento secondi per una scarpata in faccia a Locatelli e rischia parecchio in un successivo impatto con Chiellini. Ma in zona gol si vede pochissimo (Correa 6 Ha spazio per mettersi in mostra, sfiora il raddoppio)

All. Inzaghi 6 Per scelta o per necessità i suoi giocano una gara di contenimento, mordendo le caviglie degli avversari. Ma sono spietati (e fortunati) quando c’è da colpire

VOTO SQUADRA 6

Giulio Mola

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?