L'Italia seconda a Nove Mesto
L'Italia seconda a Nove Mesto

Nove Mesto (Repubblica Ceca), 14 marzo 2021 - La seconda settimana a Nove Mesto porta all'Italia del biathlon anche il terzo podio: dopo i terzi posti di Hofer e Wierer nelle rispettive sprint, arriva anche il secondo posto nella staffetta mista. Il quartetto storico composto da Vittozzi-Wierer-Windisch-Hofer ha concluso alle spalle solamente di una Norvegia imbattibile, superando nazionali quotate come Svezia e Francia, arrivate rispettivamente terza e quarta.

La gara

La Norvegia ha messo subito le cose in chiaro con la fuga di Tiril Eckhoff che ha spalancato le porte per una gara solitaria anche di Roiseland e i fratelli Boe, che di fatto si sono limitati ad amministrare il vantaggio nelle tornate lasciando agli altri la lotta per il secondo posto. Lì è stata puntuale l'Italia, che è rimasta in lotta in ogni singola frazione: Vittozzi ha cambiato a ridosso della Russia, Wierer ha scavalcato Kazakevich ed è arrivata al cambio assieme alla francese Braisaz, mentre gli uomini hanno dovuto combattere contro Svezia e Francia. Per Dominik Windisch il testa a testa è stato con un brillante Nelin, mentre Desthiuex con difficoltà perdeva progressivamente contatto; poi il cambio finale a Lukas Hofer che con la precisione al tiro ha lasciato sul posto Ponsiluoma andandosi a prendere un bellissimo secondo posto che conferma il valore della nostra nazionale in questo format di gara che ha già regalato medaglie mondiali e olimpiche.

Verso Ostersund

Adesso il circuito del biathlon si sposta a Ostersund, terra di grandi soddisfazioni per l'Italia, soprattutto se si pensa ai Mondiali del 2019 dove arrivarono due ori individuali nella prova con partenza in linea. La tappa svedese sostituisce quella di Oslo cancellata causa covid e sarà l'appuntamento conclusivo in cui verranno assegnate le ultime coppe, tra cui la generale maschile, mentre quella femminile è stata già vinta ieri da Ekchoff.