Johannes Boe dominatore della staffetta
Johannes Boe dominatore della staffetta

Pokljuka (Slovenia), 10 febbraio 2021 - Mentre i Mondiali di Sci ancora non sono riusciti a partire, in Slovenia è partita la rassegna iridata di biathlon con la prima gara, la staffetta mista. Nel grande evento non c'è stata lacuna sorpresa, almeno per quanto riguarda la prima posizione, dove la favoritissima Norvegia ha mantenuto il pronostico riscattandosi così di un periodo negativo per quanto riguarda la prova a squadre.

La gara 

Format invertito rispetto alla tradizione. per la prima volta l'oro mondiale si è assegnato con la partenza prima del blocco maschile e poi di quello femminile. Gara dura sin dall'inizio con Francia e Norvegia che provano immediatamente a scremare il gruppo, trascinandosi con sé la sorpresa Smolski per la Bielorussia che cambia addirittura in testa al lancio. Laegreid e Jacquelin rimangono a contatto e al primo cambio lanciano quella che è la frazione decisiva per le sorti della gara. Infatti la Norvegia passa il testimone a Johannes Boe che con un passo sugli sci insostenibile per chiunque (di media 15 secondi guadagnati solamente dal poligono al primo intermedio) ipoteca l'oro ancor prima di dare il cambio alle donne. La Francia rimane a galla per la medaglia d'argento ma incredibilmente nella prima frazione femminile getta via un podio garantito con Chevalier che inceppa nel giro di penalità e si ritrova costretta a rincorrere. Da dietro si inseriscono una solidissima Austria, quasi perfetta al tiro, e l'Ucraina, stavolta in incredibile condizione sugli sci rispetto ai canoni, oltre che la Svezia, sempre rimasta nelle retrovie. Nell'ultimo giro la Norvegia rischia qualcosa con Roiseland ma poi porta a casa senza patemi l'oro, mentre l'argento va all'Austria con Hauser che chiude passeggiando, e per il bronzo la Svezia con Oeberg (pasticcciona a terra) riesce a spuntarla nella volata con l'ucraina Pidrushna.

L'Italia

Gara subito in salita per il quartetto azzurro che al primo poligono si attarda immediatamente con Bionaz, all'esordio assoluto mondiale, protagonista di due errori a terra. Poi si contiene in piedi ma lancia un Hofer stranamente scarico sugli sci che nonostante una buona prova al tiro non riesce ad accorciare. Anche Wierer è precisa ma poco performante sugli sci e rimane distante dalla zona podio, mentre molto positiva la frazione di Vittozzi che riesce a portare l'Italia al sesto posto al traguardo.

L'arrivo

1 Norvegia 1:20.19.3
2 Austria +27.0
3 Svezia +30.6
4 Ucraina +31.1
5 Francia +46.2
6 Italia +58.9




Leggi anche - Le dichiarazioni di Bach sulle Olimpiadi