Johannes Boe vince la Coppa del Mondo
Johannes Boe vince la Coppa del Mondo

Ostersund, 21 marzo 2021 - Una Coppa del Mondo più combattuta era davvero difficile da immaginare: Johannes Boe si dimostra un enorme campione andandosi a prendere la terza sfera di cristallo consecutiva, la più complicata del lotto. Un anno fa vinse pur saltando alcune gare, ma il suo strapotere sulla concorrenza era tale che anche Martin Fourcade su costretto ad alzare bandiera bianca; stavolta invece a parità di gare se l'è dovuta giocare con un avversario inatteso come Laegreid che dal nulla è diventato un cliente ostico, al punto da giocarsi tutto all'ultima gara.

La gara

Nella mass start di fatto la regola era una: la coppa va a chi arriva davanti tra i due avversari. Johannes Boe è costretto a rincorrere dopo le sessioni a terra, ma rimonta in maniera impressionante sugli sci e al primo poligono in piedi portandosi in scia per la vittoria. All'ultima sessione di tiro Boe commette un errore sull'ultimo bersaglio, pur sparando in tempi rapidissimi e tiene aperta la porta a una possibile rimonta di Lagreid, che però stavolta non trova la solita puntualità al poligono e sbaglia per due volte, lasciando la coppa del mondo al biathleta più forte degli ultimi anni. Nell'ultimo giro Johannes Boe non si è neanche preoccupato di andare a riprendere Desthieux e Latypov, che poi hanno chiuso in testa la gara con vittoria in rimonta del francese, perché la sicurezza di aver vinto la coppa lo ha appagato al punto da non fargli tirare giù quei 12 secondi che gli avrebbero regalato oltre all'ennesimo successo anche la coppa di specialità. Coppa che va a suo fratello Tarjei, oggi sesto all'arrivo, due posizioni davanti a Laegreid, uscito sconfitto dal duello a fuoco con Boe, ma profondamente soddisfatto per una stagione che nessuno si poteva aspettare a questi livelli.

Gli italiani

Per l'Italia in gara c'era solamente Lukas Hofer che ha chiuso diciottesimo con sei errori, Dopo i podi dei giorni scorsi era comprensibile immaginarlo più distante dalla vetta, anche per via di condizioni climatiche indecifrabili. Rimane un finale di stagione di primissimo livello.

Leggi anche - Il risultato della gara femminile