Biaggi scherza con un finto Valentino Rossi: i due sono a diverso titolo ancora in pista
Biaggi scherza con un finto Valentino Rossi: i due sono a diverso titolo ancora in pista
Il Corsaro fa 50. Sì, 50 anni da Max Biaggi. Ovviamente di corsa, ovviamente sempre e comunque al massimo. In pista come nella vita. Il Motomondiale festeggia oggi uno dei suoi campioni più genuini e ruvidi. Dagli esordi, nel 1991, nella classe 250, in cui ha vinto quattro Mondiali di fila (dal 1994 al 1997), alla classe 500 dove...

Il Corsaro fa 50. Sì, 50 anni da Max Biaggi. Ovviamente di corsa, ovviamente sempre e comunque al massimo. In pista come nella vita.

Il Motomondiale festeggia oggi uno dei suoi campioni più genuini e ruvidi. Dagli esordi, nel 1991, nella classe 250, in cui ha vinto quattro Mondiali di fila (dal 1994 al 1997), alla classe 500 dove per tre volte ha messo la firma sul secondo posto nella classifica finale. Sono le stagioni in un cui nasce e vibra il dualismo, forte e fatto di duelli spesso anche al limite, con Valentino Rossi.

Max e Vale divisi da sempre e per sempre. Divisi e destinati a dividere. Nel 2007, Biaggi lascia la MotoGp per l’avventura in Superbike ed è qui che si porta a casa altri due titoli mondiali (2010 e 2012), entrambi in sella su Aprilia. La stessa Aprilia che aveva portato sul tetto del mondo nei suoi primi tre titoli della 250.

Oggi, Max è il manager di un suo team in Moto3 ma è anche uomo immagine, nel mondo, proprio di Aprilia. Sarà la casa di Noale, nella giornata del suo compleanno a festaggiare Max con pillole, curiosità e qualche piccolo segreto, attraverso finestre social tutte dedicate al Corsaro.

Nella sua vita da numero uno, ecco il rapporto straordinario con Carlo Pernat, manager numero uno del motociclismo che lo ha accompagnato nel salto del Mondiale, all’inizio degli anni Novanta.

Max taglia il suo traguardo numero 50 e guarda sempre e comunque avanti. Oggi è papà di due figli, Leon e Ines, ma la sua vita rimane accanto alle moto. Cerca record da astronauti con quelle elettriche, ma punta soprattutto a vincere un altro Mondiale. Questa volta come manager, questa volta dal box del suo team in Moto3.

Buona festa, Corsaro.

Ri.Ga.