All’impressionante media di quasi 20 nodi nelle ultime 24 ore Yannick Bestaven, su Maitre CoQ IV, ha doppiato nel pomeriggio di ieri Capo Horn ed è passato dal Pacifico all’Atlantico. L’Horn è l’ultimo capo da superare nel Vendée Globe, la regata in solitario intorno al mondo, partita l’8 novembre da Les Sables d’Olonne in Francia, che è anche il punto d’arrivo. Il navigatore francese ha impiegato 55 giorni e 22 minuti per trovarsi al traverso del capo sudamericano. Bestaven precede Charlie Dalin su Apivia, alla sua poppa di quasi 160 miglia, Thomas Ruyant su LinkedOut (+460 miglia quasi) e il sorprendente Damien Seguin su Groupe Apicil (+506 miglia), il primo navigatore disabile a correre il Globe Challenge. L’unico italiano in regata, Giancarlo Pedote, è in 11esima posizione (+740 miglia) su 27 velisti ancora in gara.