Ismael Bennacer, 23 anni, non ha fatto mancare il suo contributo di energia e anche di classe: l’intesa con Brahim Diaz migliora e il Diavolo gira a mille
Ismael Bennacer, 23 anni, non ha fatto mancare il suo contributo di energia e anche di classe: l’intesa con Brahim Diaz migliora e il Diavolo gira a mille
MAIGNAN 6. Praticamente inoperoso, quando viene chiamato in causa risponde presente. KALULU 6.5. Padrone della corsia destra, trova spazi invitanti per cercare l’affondo. Percussioni potenzialmente micidiali. GABBIA 6.5. Prova di maturità per il classe ’99: interventi decisi da difensore navigato, esame passato a pieni voti. ROMAGNOLI 6.5. Il capitano fa valere l’esperienza occupandosi di Forte....

MAIGNAN 6. Praticamente inoperoso, quando viene chiamato in causa risponde presente.

KALULU 6.5. Padrone della corsia destra, trova spazi invitanti per cercare l’affondo. Percussioni potenzialmente micidiali.

GABBIA 6.5. Prova di maturità per il classe ’99: interventi decisi da difensore navigato, esame passato a pieni voti.

ROMAGNOLI 6.5. Il capitano fa valere l’esperienza occupandosi di Forte. Perentorio negli interventi quando serve.

Ballo-Tourè 6. Fa le veci di Hernandez senza farlo rimpiangere: scattante in fascia e pronto a lanciare Leao, Pioli trova conferme.

TONALI 6.5. Cuore pulsante del Milan, smista palloni e si prodiga in ogni zona del campo. Ci prova un paio di volte su calcio piazzato, il suo contributo è prezioso e costante.

BENNACER 7. Approccio arrembante, buona intesa con Diaz. Si beve Johnsen spesso e volentieri e non cala mai di intensità.

FLORENZI 5.5. Va a supporto a Kalulu in fase di copertura ma incide poco in avanti nonostante si faccia spesso trovare appostato: sue le occasioni migliori sprecate per sbloccare lo score nel primo tempo.

DIAZ 7. Solita mina vagante pronta a seminare il panico. Sfiora il gol a inizio ripresa, al secondo tentativo non sbaglia. Perseverante.

LEAO 6.5. Parte con il turbo innescato bevendosi la difesa lagunare a cercare Rebic in area di rigore. Per quanto fatto vedere avrebbe meritato la gioia del gol.

REBIC 5.5. Schierato non nel suo ruolo preferito, cerca senza fortuna di lasciare la sua firma sul match: nella ripresa si spegne e Pioli lo sostituisce.

Saelemaekers 7. Entra subito in partita e propizia l’azione del vantaggio rossonero.

Tomori 6.5. Prova rocciosa.

Theo Hernandez 7.5. Subito sul pezzo, decide la partita: prima confeziona l’assist perfetto per l’1-0 di Diaz, poi con un siluro sigla il raddoppio.

Pellegri 6. Buon esordio in campionato.

Kessié sv.

ALL. PIOLI 6.5. Attua un ampio turn over e nel primo tempo la mole di chances create non si concretizza. Nella ripresa aggiusta il tiro e arriva la meritata vittoria.

Voto squadra 6.5.

Ilaria Checchi