"Le condizioni non permettevano di fare una gara regolare. La decisione di cancellare la discesa è stata corretta": Dominik Paris (nella foto) ha reagito con grande spirito sportivo all’annullamento per nebbia della discesa libera 1 di Saalbach, recupero di Wengen, che pure l’azzurro stava dominando e che avrebbe significato la sua ventesima vittoria in coppa del mondo. Dopo un abbassamento della partenza e un primo rinvio, la gara ha preso il via ieri sotto la neve. Paris è sceso con il pettorale tre risultando il più veloce degli atleti giunti al traguardo, tra cui l’austriaco Vincent Kriechmayr, oro in discesa ed oro in superG a Cortina, ma anche lo svizzero Beat Feuz e l’altro austriaco Matthias Mayer. Poi però è calata la nebbia e per convalidare la gara sarebbero stati necessari almeno 30 concorrenti già al traguardo. Oggi altra discesa, le donne invece sono a Jasna in Slovacchia per uno slalom, domani il gigante.