Basket, Virtus Bologna contro San Lorenzo (foto Ansa)
Basket, Virtus Bologna contro San Lorenzo (foto Ansa)

Tenerife (Spagna), 7 febbraio 2020 – Parte con il piede giusto la Coppa Intercontinentale di basket della Virtus Segafredo Bologna che travolge 75-57 gli argentini del San Lorenzo de Almagro e vola in finale (palla a due domenica alle 20) dove affronterà la vincente del match tra i Rio Grande Vipers – squadra di di G-League americana – e i padroni di casa dell’Iberostar Tenerife. Agli uomini di Sasha Djordjevic – questa sera privi di Milos Teodosic, tenuto a riposo per un lieve affaticamento muscolare – è servito un tempo per prendere le giuste misure al San Lorenzo, ma poi nel terzo quarto è arrivato l’allungo decisivo ispirato dalle giocate di Stefan Markovic e Vince Hunter che è stato il miglior realizzatore dei suoi con 16 punti. Da applausi, tra i felsinei (che pure hanno gettato alle ortiche 17 palloni), è stata però anche la prestazione di Giampaolo Ricci che a chiuso con la doppia doppia (10 punti e 10 rimbalzi). Al San Lorenzo, che ha pagato l’evidente gap di fisicità e talento, non sono invece bastati i 16 punti di Dar Tucker che nel secondo quarto ha provato a caricarsi la squadra sulle spalle.

Le triple di Ricci e Marble hanno tracciato la rotta del primo tentativo di allungo di Bologna che già dopo pochi minuti ha dato una sterzata toccando il primo vantaggio in doppia cifra sul canestro di Pajola (19-8). Un +11 diventato addirittura +13 al termine della frazione (23-10). Nel secondo quarto però c’è stata la sterzata netta degli argentini che si sono affidati a Tucker e ad una difesa dal rinnovato piglio per cambiare e imbastire la rimonta culminata con un 16-4 chiuso dal canestro del -1 siglato dallo stesso Tucker (27-26). L’assalto argentino è stato però respinto dai guizzi di Markovic che prima ha ispirato il 31-27 sul finire di tempo e poi l’allungo in apertura di ripresa quando anche Hunter ha siglato giocate e canestri pesanti per spingere la Virtus nuovamente in doppia cifra di vantaggio. Questa volta il San Lorenzo non è riuscito ad attutire la botta ed è via via sprofondato fino al -23 a 7’ dalla fine (67-44) che ha fatto partire anzitempo i titoli di coda del match.