Kyle Weems, miglior realizzatore della Virus a Lubiana (Ciamillo-Castoria)
Kyle Weems, miglior realizzatore della Virus a Lubiana (Ciamillo-Castoria)

Roma, 2 marzo 2021 – Dopo una sosta di quasi un mese sono riprese a pieno regime le coppe europee di basket. In Eurocup la Virtus Segafredo Bologna, reduce dal successo in campionato contro Varese, ha inanellato la quindicesima vittoria in quindici incontri battendo 108-98 dopo un tempo supplementare l’Olimpia Lubiana e assicurandosi con un turno di anticipo il primo posto del girone G delle Top 16. Dopo un primo quarto equilibrato la Virtus ha provato l’allungo portandosi a +14 grazie anche ad un parziale di 12-0. La risposta slovena non si è però fatta attendere e si è tramutata in un controbreak ispirato da Muric e Blazic che hanno così dato il loro contributo al +1 di Lubiana all’intervallo lungo (40-39). Sulle ali del già citato e scatenato Blazic (migliore dei suoi con 29 punti), dopo l’intervallo lungo, la fuga dei padroni di casa è proseguita e ha toccato il suo apice sul +9 a poco più di 3’ dalla fine ma la Virtus ha avuto il merito di non abbattersi e, grazie ad un 11-2 confezionato da Milos Teodosic e Marco Belinelli, autore della tripla del 91-91 a 2” dal 40°, ha agguantato il supplementare nel quale è salito definitivamente in cattedra Kyle Weems (25 punti) che ha regalato ai suoi il successo.

Sassari superata da Saragozza

Comincia male, invece, la seconda fase della Basketball Champions League FIBA della Dinamo Sassari, superata in casa 83-95 dagli spagnoli del Saragozza, trascinati dai 26 punti dell’immarcabile Jonathan Barreiro e da una mira infallibile da oltre l’arco (17/32 da tre punti per i biancorossi). Gli iberici non hanno perso tempo e hanno piazzato un 17-2 dopo pochi minuti prendendosi l’inerzia del match. Sassari, oggi orfana di Bendzius, ha cercato di rispondere aggrappandosi a Marco Spissu (24 punti), ma all’intervallo lungo le lunghezze da recuperare erano ancora sette (40-47). Bilan (26 punti) e Gentile hanno addirittura griffato il -3 in uscita dagli spogliatoi ma il Saragozza ha replicato con un’improvvisa fiammata di Sulaimon (11 punti ravvicinati) e ha di nuovo preso quota chiudendo la terza frazione avanti 55-72 e limitandosi poi a gestire il vantaggio nei 10’ finali.

Leggi anche - Basket serie A: Milano domina la Fortitudo, Brescia vince il posticipo