Vucinic (LaPresse)
Vucinic (LaPresse)

Avellino, 11 aprile 2019 – Il venticinquesimo turno del campionato di Serie A di pallacanestro ha avuto come strascico l’ottavo avvicendamento in panchina della stagione (un record quantomeno in epoca recente): dopo la sconfitta patita dalla Sidigas Avellino contro Trieste, le strade del club irpino e di coach Nenad Vucinic si sono infatti cnsemsualmente separate. Questa decisione è maturata al termine di un incontro tra il club irpino e l’allenatore di origine serba che, come si legge nella nota diffusa dalla Scandone, “ha palesato l'assenza delle condizioni necessarie per la prosecuzione del suo incarico”. Vucinic, che nel suo curriculum vanta anche un’altra esperienza italiana sulla panchina di Forlì e un titolo vinto in Estonia, lascia quindi il testimone almen fino al termine della stagione a Massimo Maffezzoli che fino a poche ore fa era il suo vice.

Maffezzoli – che farà il suo esordio sulla panchina biancoverde domenica alle 12 a Sassari, dove al fianco di Meo Sacchetti (di cui è vice in Nazionale) ha vinto lo storico scudetto del 2015 – è stato presentato oggi alla stampa e non ha nascosto l’entusiasmo per questa nuova sfida: “Desidero ringraziare la società per questa nuova opportunità che mi ha dato. La chiamata di questa estate mi aveva già gratificato e anche per me c'era grande piacere nel tornare a lavorare con Alberani. è una grande sfida, che accetto con tanto entusiasmo, voglia di dimostrare e di fare bene. Dal gruppo ho trovato grande disponibilità già a partire dall'allenamento odierno in cui ho ricevuto le risposte che mi aspettavo. Alla squadra chiedo maggiore aggressività ed energia ma qualsiasi tipo di richiesta non può essere affrontata senza la giusta determinazione, per cui bisogna avere il giusto spirito propositivo per affrontare questa ultima parte di campionato e dev’esserci un intento comune Siamo fiduciosi di riuscire a raggiungere i nostri obiettivi e tutto passerà dal’9impegno che metteremo negli allenamenti quotidiani: non voglio fare proclami già da ora, per cui aspetteremo la risposta del campo".