Sassari-Brindisi (Ciamillo)
Sassari-Brindisi (Ciamillo)

Brindisi, 5 maggio 2021 – La Dinamo Sassari – oggi priva di coach Pozzecco, sospeso per dieci giorni dal club sardo e sostituito da Edoardo Casalone – nel recupero del 23° turno del campionato di Serie A di basket ha sbancato il PalaPentassuglia piegando 97-90 l’Happy Casa Brindisi che rientrava in campo dopo quasi tre settimane di stop dovute ai diversi casi Covid emersi nel gruppo squadra. La formazione pugliese ha mostrato grande cuore, partendo a razzo e restando poi aggrappata al match per più di tre quarti grazie alle ottime prestazioni di D’Angelo Harrison (22 punti), Nick Perkins (21 punti) e Mattia Udom. Alla fine, però, la spia della riserva di energie a disposizione degli uomini di Vitucci si è accesa e Sassari ha avuto la meglio, trascinata dall’energia di Jason Burnell – autore di 20 punti e 8 rimbalzi ma uscito a 4’ dalla fine per un problema muscolare – e dalle triple di Filip Kruslin (22 punti con 5/6 dall’arco).
 

La gara

L’abbrivio iniziale è stato di marca brindisina: le triple di Harrison e Bostic hanno infatti segnato il passo d’avvio dell’Happy Casa che ha raggiunto il primo vantaggio in doppia cifra della serata sul 21-11, suggellato dalla schiacciata di Willis. Sul fronte opposto, Sassari, pur faticando a trovare il bersaglio in area, è riuscita a non perdere contatto grazie alle triple di Kruslin e Gentile, che hanno limitato i danni in chiusura di primo quarto (28-22). Il nuovo +9 brindisino in apertura di seconda frazione non ha spaventato gli ospiti che hanno trovato ritmo e velocità in transizione, colmando prima il gap con i tre liberi della parità a quota 37 firmati da Burnell e poi piazzando addirittura il mini-allungo con la tripla di Spissu e la schiacciata di Bilan per il 37-42. Un antisportivo di Gentile su Harrison ha però riequilibrato il punteggio e consentito alle squadre di rientrare negli spogliatoi sul 44-44. Il match è quindi rimasto sui binari del sostanziale equilibrio fino a metà della quarta frazione quando la Dinamo, approfittando di un comprensibile calo di Brindisi, ha dato la spallata decisiva mettendo a segno un 9-0 propiziato dalle triple di Kruslin e dall’energia di Burnell. Toccato il massimo vantaggio sul +12 (77-89), ai sardi è di conseguenza bastato tenere a bada l’ultimo, disperato tentativo di rientro brindisino.

Leggi anche - Armani AX Milano-Bayern Monaco 92-89. Olimpia alle Final Four di Eurolega