Basket: Milano contro Treviso (Ciamillo)
Basket: Milano contro Treviso (Ciamillo)

Milano, 24 gennaio 2021 – Dopo i successi ottenuti ieri negli anticipi da Germani Brescia e Reggio Emilia, la diciassettesima giornata del campionato di Serie A di basket è proseguita con la vittoria dell’Armani AX Milano che ha però dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione della De’ Longhi Treviso con un risicato 77-82: a portare al successo i meneghini – che in settimana hanno battuto Cremona nel recupero di campionato e il Bayern in Eurolega – sono state le prestazioni sopra le righe di Zach LeDay (24 punti e 7 rimbalzi con il 100% al tiro) e Sergio Rodriguez che ha chiuso con 21 punti. Milano, dopo un primo tempo equilibrato, ha provato l’allungo grazie al tiro da fuori ma è stata prontamente ripresa da Treviso che, spinta da Sokolowski e Imbrò ha addirittura impattato e sorpassato per il +5 all’inizio del quarto quarto. Sprint che non è però bastato a fiaccare la forza di Milano che si è aggrappata a Rodriguez e LeDay e ha vinto in volata.
 

Venezia e Sassari tengono il passo. Pesaro a valanga su Cantù


Dietro all’Olimpia, approfittando del turno di riposo di Brindisi e del ko della Virtus, avanza al secondo posto in solitaria la Dinamo Sassari che, dopo aver agguantato le Top 16 di Champions League, ha colto il sesto successo di fila travolgendo 82-103 l’Allianz Trieste. Gara do fatto mai in discussione per i sardi che sulle ali del tandem composto da Marco Spissu (28 punti, 6 rimbalzi e 4 assist per un complessivo 36 di valutazione) e Miro Bilan (20 punti e 8 rimbalzi), hanno guadagnato un vantaggio in doppia cifra già nel primo quarto e non si sono più voltati indietro concludendo con un sensazionale 55.6% al tiro. Sale a quattro invece il numero di successi consecutivi dell’Umana Reyer Venezia che ha piegato 88-84 una mai doma Vanoli Cremona, capace, nel primo tempo di volare a +14 grazie a Daulton Hommes (16 punti) e Williams (17). Venezia non ha però mai mollato la presa e nell’ultimo quarto ha piazzato il colpo di reni vincenti con le giocate di uno straripante Mitchell Watt (27 punti con due soli errori al tiro) e di Michael Bramos (17 punti).

Infine tutto facile per la Carpegna Prosciutto Pesaro che ha strapazzato l’Acqua San Bernardo Cantù 107-83. Pesaro, grazie al trio composto da Carlos Delfino, Tyler Cain (19 punti a testa) e dal giovane Herni Drell (17 punti), ha preso il largo già nel secondo quarto e poi ha innestato il pilota automatico toccando il massimo vantaggio sul +33.

Leggi anche - Milan, Tomori: "Non potevo non cogliere questa opportunità. Qui per vincere"