Cain Tayler (Foto Ciamillo)
Cain Tayler (Foto Ciamillo)

Bologna, 20 ottobre 2021 – Si è aperta con una clamorosa sorpresa la sesta giornata del campionato di Serie A di basket: dopo il ko di una settimana fa contro Napoli, la Virtus Segafredo Bologna è stata battuta anche dall’altra matricola, la Bertram Tortona che si è imposta in casa per 93-76. Gli uomini di coach Ramondino sono stati protagonisti do una strepitosa prestazione corale e di grande energia, testimoniata dai ben sei uomini in doppia cifra, guidati da Mike Daum che è arrivato a quota 18 punti conditi da 7 rimbalzi. Alla Virtus – che si presentava all’appuntamento orfana di Jakarr Sampson e Marco Belinelli, e con un Pajola finito ai box in corso d’opera per un problema alla mano – non sono invece bastati i 28 punti di Kyle Weems e i 15 di Nico Mannion. I piemontesi hanno dominato sul piano dell’intensità e hanno piazzato la zampata nel secondo quarto con un parziale di 26-10 ispirato dalla regia di Mascolo. Chiuso quindi il primo tempo a +15 (51-36), Tortona è riuscita ad amministrare il vantaggio fino alla sirena finale.
 

Brindisi piega Venezia e Trieste si impone su Napoli


A Brindisi è invece arrivato il quinto successo di fila in campionato della Happy Casa Brindisi che ha piegato al fotofinish 81-80 l’Umana Reyer Venezia. Sugli scudi, tra i salentini, Nick e Josh Perkins (autori rispettivamente di 26 e 13 punti) e Riccardo Visconti (15 punti). Brindisi è partita con il turbo innestato ha chiuso il primo quarto sul 32-16 dopo aver toccato anche il +19 sul 30-11 e aver tirato con 6/8 da oltre l’arco dei tre punti. Venezia non si è però persa d’animo e, trascinata da Tarik Phillip (18 punti) e Stefano Tonut (15) ha iniziato una rimonta che a 20” dalla fine sembrava aver trovato il suo lieto fine: Visconti ha però gelato i lagunari con il definitivo sorpasso mentre sul ribaltamento di fronte Tonut ha sbagliato la schiacciata della vittoria in un’azione che ha generato non poche polemiche per un fallo sul triestino richiesto a gran voce dalla Reyer. Infine, vittoria in rimonta anche per l’Allianz Trieste che ha piegato 77-75 la Gevi Napoli: sotto di 11 lunghezze nel terzo quarto, i giuliani hanno rialzato la testa grazie a Fernandez e, nel convulso punto a punto conclusivo, hanno piazzato il colpo di reni vincente grazie a Delia e agli errori dei partenopei che nei secondi finali hanno per ben due volte perso palloni pesanti.

Leggi anche - Basket Eurolega: Milano travolge la Stella Rossa e centra il sesto sigillo