Umberto Gandini (ANSA)
Umberto Gandini (ANSA)

Bologna, 15 aprile 2021 – La possibile riapertura parziale degli stadi italiani in vista del finale di stagione e dei prossimi Europei di calcio non lascia indifferente il mondo della pallacanestro italiana. Nell’Assemblea di Legabasket svoltasi oggi in videoconferenza, il presidente di LBA Umberto Gandini e i 15 club di Serie A hanno infatti richiesto a gran voce la possibilità di riaprire anche i palazzetti – magari con una capienza del 25% così come accaduto a inizio stagione durante la Supercoppa – in vista dei playoff: “Il Presidente Umberto Gandini ha illustrato ai club la situazione relativa alla possibile riapertura – si legge nel comunicato di LBA – anche se in forma limitata, degli impianti di gioco al pubblico, anche alla luce della decisione del Governo di aprire ad una percentuale del 25% della capienza per la gara degli Europei di calcio in programma allo stadio Olimpico di Roma il prossimo 11 giugno tra Italia e Turchia. A questo riguardo la Legabasket esprime piena sintonia con la Federazione Italiana Pallacanestro nella richiesta di allargare questa apertura anche ai palasport mentre”.

Da parte della LBA è poi arrivato apprezzamento anche per quanto il Governo stia cercando di fare per dare ristoro ai club che in questa stagione hanno dovuto fare i conti con le perdite generate dalla mancanza di pubblico sugli spalti e non solo: “Allo stesso tempo - si legge sempre nella nota – LBA apprezza l’impegno delle forze politiche che in questi giorni si sono proficuamente confrontate per presentare concrete proposte al Governo sul tema dei ristori in grado di compensare, anche se solo parzialmente, i club degli enormi sforzi economici affrontati in questa stagione”.
 

Date dei playoff e licenze

In sede di Assemblea si sono poi decise anche le date dei prossimi playoff – che cominceranno l’8 maggio prossimo e si disputeranno con serie al meglio delle cinque gare nei quarti e nelle semifinali e al meglio delle sette gare in finale – e si è varato il “Manuale per la concessione delle licenze nazionali” che dovrà poi essere ratificato dalla Federazione Italiana Pallacanestro. Procede quindi spedito il progetto della LBA che punta a migliorare diversi aspetti organizzativi dei club con l’introduzione dell’obbligo di fare investimenti su settori giovanili e sezioni femminili. ma anche con l'introduzione di paletti economici come la soglia minima di fatturato e il deposito dei contratti di sponsorizzazione a garanzia di un piano finanziario per la stagione a cui si vuole prendere parte.

Leggi anche - Basket Serie A: Brindisi suona l’ottava sinfonia, Milano corsara a Sassari