Mitchell Watt, pivot dell'Umana Venezia (Ciamillo-Castoria)
Mitchell Watt, pivot dell'Umana Venezia (Ciamillo-Castoria)

Venezia, 29 Dicembre 2020 – Si chiude con uno stop casalingo contro il Partizan Belgrado la partecipazione dell’Umana Reyer Venezia all’Eurocup. Gli ospiti si aggiudicano per 59-79 un match senza alcun valore per la classifica di ambedue le formazioni: i lagunari arrivavano a quest’appuntamento dopo il ko patito in campionato contro la Fortitudo già certi di non poter proseguire verso la fase successiva della manifestazione; i secondi consapevoli di non poter migliorare il quarto posto nel gruppo A.

La partita

Coach De Raffaele lancia nello starting five Bruno Cerella insieme a Fotu, De Nicolao, Tonut e Stone. L’avvio vede i due quintetti rispondere colpo su colpo alle sortite avversarie con Paige protagonista per i serbi. Dall’altra parte è Watt, lasciato inizialmente in panchina insieme a Daye, a regalare il primo vero acuto con sei punti consecutivi prima della bomba di D’Ercole a mettere la ciliegina sul primo quarto (18-11). Gli orogranata sembrano in controllo della gara riuscendo a portare a nove le lunghezze di vantaggio con quest’ultimo che viene gestito bene grazie alle giocate di Casarin e Chappell che respingono gli attacchi bianconeri guidati da Jaramaz e Jankovic (27- 20 al 17’) prima del rientro negli spogliatoi per l’intervallo lungo. Al rientro sul parquet Daye e De Nicolao costruiscono il + 11 (36-27). Si accende la scintilla per Belgrado che reagisce con Dangubic prima del nuovo riallungo reyerino siglato dal solito Watt (43-34). E’ Rashawn Thomas ad animare un parziale di squadra pari a 21-2 che porta i serbi avanti di dodici punti al suono della terza sirena (45-55). Il dado è tratto per l’Umana che cercherà inutilmente di ridurre il gap nell’ultimo periodo ma con la partita ormai in mano al Partizan che dovrà soltanto amministrare il rassicurante margine a proprio favore e chiudere in scioltezza il primo step stagionale di Eurocup. Top scorer Watt con 21 punti; sulla sponda opposta in evidenza l’ex sassarese Thomas con 17 iscritti a referto. 

Leggi anche - Inter, Nainggolan torna al Cagliari in prestito secco