Attilio Caja (Ciamillo-Castoria)
Attilio Caja (Ciamillo-Castoria)

Reggio Emilia, 25 marzo 2021 – Si ferma ai quarti di finale l’avventura in FIBA Europa Cup della Unahotels Reggio Emilia: la compagine emiliana, che pochi giorni fa aveva sconfitto i romeni del Sibaiu entrando tra le migliori otto squadre della competizione, è stata infatti battuta dall’Oradea 71-64 e ha mancato l’accesso alle final four. A trascinare al successo la formazione romena, che ha comandato ritmi e punteggi dall’inizio alla fine raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio, ci ha pensato Garlon Green che ha chiuso con uno score di 15 punti, frutto di un 4/7 da due e un 2/2 da tre. A Reggio non sono invece bastati i 12 punti di Frank Elegar, tra i più energici dei biancorossi, e i 16 di Brandon Taylor che ha però tirato con un 3/10 da tre nettamente insufficiente.

La cronaca

L’Oradea ha preso subito il comando delle operazioni e, dopo aver chiuso a +3 il quarto d’apertura, toccato il +6 nella seconda frazione con la il canestro di Green (26-32). Reggio ha però avuto la forza di non far scappare gli avversari facendosi aiutare dalla solidità di Elegar e Sims (34-37 all’intervallo). L’inseguimento è proseguito anche dopo la pausa lunga quando l’Oradea ha di nuovo allargato la forbice del divario con le triple di Watson e Markovic che hanno ispirato il 36-47 a metà frazione, ma ancora una volta la Unahotels ha avuto la forza di restare attaccata al match affacciandosi verso gli ultimi 10’ di gara sul -6 (46-52). Gli uomini di Caja, dopo aver toccato anche il -3 a pochi minuti dalla sirena finale, non hanno però potuto far nulla quando i romeni hanno alzato nuovamente i giri del motore schizzando ancora a +9 con l’alley hoop firmato dall’accoppiata Boussard-Valeika, che ha di fatto fatto chiuso i conti.

Leggi anche - Champions League FIBA: Brindisi corsara in Turchia