Gianmarco Pozzecco (Ciamillo/Castoria)
Gianmarco Pozzecco (Ciamillo/Castoria)

Sassari, 31 maggio 2021 – A poche settimane dall’eliminazione ai playoff subita per mano della Reyer Venezia, le strade della Dinamo Sassari e di coach Gianmarco Pozzecco si separano. Arrivato in biancoblu nel febbraio 2019 per prendere il posto di Vincenzo Esposito, il tecnico friulano in poco più di due stagioni ha contribuito alla conquista di una Supercoppa Italiana ma soprattutto del primo trofeo europeo della storia della Dinamo, la FIBA Europe Cup vinta al termine dell'annata 2018-2019. Già lo scorso anno l’allenatore triestino e il club sardo sembravano essere al passo di addio ma poi la frattura si è ricomposta e il sodalizio è proseguito per tutta questa stagione. Alla vigilia dei playoff è scoppiato però un nuovo caso, con la sospensione del tecnico per alcuni comportamenti non ritenuti idonei dalla società. Un primo, timido segnale di un nuovo allontanamento che si è poi definitivamente consumato con la separazione ufficializzata oggi. Ora Il nome più caldo per la successione di Pozzecco sembra essere quello di Demis Cavina, attuale allenatore di Torino, club nella galassia Dinamo.

Il saluto di Sardara

Il presidente della Dinamo, Stefano Sardara, nel comunicato che ha annunciato la separazione dal “Poz”, ha voluto ringraziarlo con parole dense di gratitudine: “Ringraziamo Gianmarco per il lavoro svolto in queste tre stagioni sulla panchina biancoblu: nonostante oggi le nostre strade si separino i due trofei vinti insieme, la Fiba Europe Cup e la Supercoppa Italiana 2019, sono pagine della storia della Dinamo che resteranno sempre patrimonio comune. A Gianmarco l’augurio per un brillante prosieguo di carriera”. Successivamente è poi arrivato anche il laconico saluto di Pozzecco sempre attraverso i canali ufficiali biancoblu: “Voglio ringraziarvi, grazie a tutti. Per sempre uno di voi“.

Leggi anche - Eurolega, Efes campione d'Europa per la prima volta. Barça sconfitto 86-81