21 apr 2022

Eurolega, Olimpia Milano piega l'Efes: Shields stellare

I biancorossi si impongono per 72-66 sui campioni d'Europa e portano sull'1-1 la serie che si sposterà in Turchia

matteo airoldi
Sport
Shavon Shields
A | X Armani Exchange Olimpia Milano - Anadolu Efes Istanbul
Turkish Airlines Euroleague 2021-22
Playoff, GAME 02
Milano, 21/04/2022
Foto AlessiaDoniselli // CIAMILLO-CASTORIA
Shavon Shields (Ciamillo Castoria)

Milano, 21 aprile 2022 – Poderoso scatto d’orgoglio dell’Armani AX Milano che rialza la testa dopo il ko di martedì e, nonostante le assenze di Nicolò Melli e Gigi Datome e gli infortuni patiti a gara in corso da Malcolm Delaney e Sergio Rodriguez, piega 72-66 l’Anadolou Efes Istanbul portando sull’1-1 la serie dei playoff di Eurolega, che la prossima settimana si sposterà in Turchia. Una grande difesa, la grinta e i nervi saldi sono stati i principali ingredienti del successo milanese, ai quali va però aggiunta la prestazione sensazionale di Shavon Shields, incredibilmente salito di colpi in una ripresa in cui ha siglato 19 dei suoi 21 punti complessivi (8/11 al tiro) ai quali ha aggiunto anche 8 rimbalzi. Più che positiva, però, anche la prova di Sergio Rodriguez, autore di 17 punti, 5 rimbalzi e 5 assist ma come detto uscito nella ripresa per un problema alla caviglia. All’Efes non sono invece bastati i 19 punti di Shane Larkin e i 18 di Vasilije Micic che nel finale ha però rimediato un infortunio alla caviglia.

La gara

Dopo un avvio un po’ contratto soprattutto sul fronte offensivo e nello specifico nel tiro dalla lunga distanza (1/7 iniziale), Milano ha sciolto le briglie grazie a un Sergio Rodriguez da 11 punti nei primi 10’ e principale ispiratore del vantaggio biancorosso al suono della prima sirena (19-17). Il testa a testa ha continuato ad essere molto serrato e l’intensità alta anche nella seconda frazione, nella quale l’Efes ha cercato il mini-allungo portandosi sul +6 (27-33) con Dunston e Singleton e Milano lo ha riacciuffato grazie ai canestri di Tarczewski e ai primi punti della serata di Shields (33-33 all'intervallo lungo). Preludio alla vera e propria esplosione dell’ex Trento che dopo la pausa di metà gara si è scatenato siglando nove punti in rapida successione che hanno dato il là alla fuga di Milano, arrivata al +10 con il sigillo di Ricci (53-43). L’Efes non ha però staccato le mani dal manubrio e si è riportata in scia affidandosi a Micic, autore del -1 a 10’ dalla fine (53-52). Con un 8-1 di parziale, l’Efes ha poi provato a mettere la freccia all’alba della frazione conclusiva ma Milano, pur perdendo Delaney prima e Rodriguez poi, ha tenuto dritta la barra del timone restando a galla con le triple di Bentil e Shields. Gli ultimi squilli di Shields e una imperiosa stoppa di Hines su MIcic hanno fatto il resto e regalato il colpo di reni vincente all’Olimpia.

Leggi anche - Virtus Bologna ai quarti di Eurocup, eliminata Venezia. Reggio ko

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?