28 apr 2022

Eurolega, Olimpia Milano eliminata. Efes Pilsen alle Final Four

I turchi hanno chiuso la serie sul 3-1 vincendo 75-70 una combattutissima gara 4

matteo airoldi
Sport
epa09914812 Shane Larkin (R) of Anadolu Efes in action against Devon Hall (L) of Milan during the Euroleague Basketball playoff match between Anadolu Efes and Armani Exchange Milan in Istanbul, Turkey, 28 April 2022.  EPA/ERDEM SAHIN
Devon Hall contro Shane Larkin (Ansa)

Istanbul (Turchia), 28 aprile 2022 – Si ferma ai quarti di finale di Eurolega il cammino europeo dell’Armani AX Milano: i campioni d’Europa dell’Efes Istanbul chiudono infatti i conti della serie piegando 75-70 l’Olimpia al termine di una gara quattro a dir poco combattuta. A fare la differenza nelle file della formazione turca sono stati un Tibor Pleiss – già decisivo in gara 3 – autore di 25 punti e 6 rimbalzi per un complessivo 37 di valutazione e un Vasilije Micic altrettanto devastante con i suoi 25 punti conclusivi. L’Olimpia – che anche oggi si presentava ai nastri di partenza con le rotazioni ridotte – merita comunque una standing ovation finale per la grinta messa in campo per tutto l’arco dei 40’: ai meneghini non sono bastati i 21 punti di Gigi Datome e la doppia doppia di Kyle Hines (10 punti e 12 rimbalzi).

La gara

L’Efes ha subito innestato la quarta, affidandosi a un Tibor Pleiss scatenato sia sotto le plance che dall’arco: sul 16-4 biancoblu, Milano, pur faticando nel tiro da fuori (1/9 da tre nei 10’ iniziali) ha però avuto una reazione d’orgoglio ed è riuscita a limitare i danni (19-11 al 10’). Il buon momento dei biancorossi è proseguito anche nella seconda frazione quando si è letteralmente scatenato Gigi Datome che ha lanciato con 9 punti ravvicinati la vera e propria rimonta biancorossa, culminata nel +1 esterno di fine primo tempo (42-43). Dopo la pausa lunga si è però acceso Micic che, assieme a Pleiss e Anderson, ha dato un’importante spallata a Milano, finita di nuovo a -10 sul 62-52. Un colpo che non ha comunque mandato al tappeto l’Olimpia, capace di rimettersi in carreggiata con le triple di Shields e Rodriguez. Il parziale di Milano si allargato fino al 14-0 valso il sorpasso sul 62-64 all’alba del quarto quarto, ma alla fine di una tiratissima ultima frazione hanno fatto la differenza i falli in attacco di Shields Hall, gli errori dall’arco dello stesso danese e di Datome e i canestri di Singleton e Larkin.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?