Ettore Messina (Ansa)
Ettore Messina (Ansa)

Milano, 27 agosto 2020 – Comincia con il successo dell’Armani AX Milano nel match d’esordio della Supercoppa italiana targata Eurosport la nuova stagione della pallacanestro italiana che ha riassaporato il dolce gusto del gioco dopo sei lunghissimi mesi di stop forzato. La corazzata meneghina non ha infatti concesso sconti all’Acqua San Bernardo Cantù, battuta con un perentorio 101-71. Quello dell’Olimpia, che ha tirato con il 54% sia da due che da tre, è stato un vero e proprio assolo corale su entrambe le metà del campo, testimoniato dai 54 punti siglati dalla panchina ma anche dai 25 assist di squadra prodotti e dalle 20 palle perse a cui è stata costretta la compagine canturina. Nessun giocatore dello scacchiere di coach Messina è rimasto a secco di punti e ben quattro sono stati gli uomini finiti in doppia cifra, guidati da Kevin Punter (top scorer con 17 punti), e dall’accoppiata composta da Kyle Hines e Gigi Datome (14 punti a testa).

L’Olimpia non ha perso tempo schiacciando l’acceleratore già nella seconda metà del primo quarto grazie ai canestri di un Davide Moretti subito positivo e ispiratore del parziale di 10-0 che ha regalato il primo vantaggio in doppia cifra ai biancorossi (24-13), i quali non si sono fermati e nella seconda frazione, grazie alla sostanza di Hines, Datome e Tarczewski, hanno dato un’altra spallata ai brianzoli che in pochi minuti sono scivolati a -19 (46-27) e poi hanno provato a rialzarsi aiutati da Smith, tornando però negli spogliatoi con ancora 16 lunghezze da recuperare (54-38). Un gap che Milano è stata bravissima a non farsi erodere e ad amministrare nella seconda metà di gara, trovando ottime risposte da tutti i suoi uomini e mettendo la ciliegina sulla torta con la tripla finale di Moraschini per il 101-71.