Obradovic (Ansa)
Obradovic (Ansa)

 

Istanbul (Turchia), 24 giugno 2020 – Si chiude dopo sette stagioni l’avventura di Zelimir Obradovic sulla panchina del Fenerbahce Basket. Il club turco ha infatti reso noto nella tarda serata di ieri che il coach nativo di Cacak – che in gialloblu ha vinto tra le altre cose quattro campionati turchi e la prima storica Eurolega del club nel 2017 (la nona nella sulla personalissima e brillante bacheca) – ha deciso di lasciare il timone della squadra per prendersi un anno sabbatico. Una scelta che arriva un po’ a sorpresa dopo gli incontri tra le parti avvenuti nei giorni scorsi, ai termine dei quali era trapelato un cauto ottimismo riguardo a una possibile permanenza dell'allenatore serbo in riva al Bosforo, nonostante un pesante ridimensionamento del budget con cui si troverà a fare i conti il Fenerbahce che sta attraversando una grave crisi finanziaria.

Datome verso Milano?

L’addio di Obradovic dovrebbe dare il via anche ad un importante domino di mercato che potrebbe portare il capitano della Nazionale italiana Gigi Datome, legato a filo doppio da un eccellente rapporto umano e professionale con l’allenatore nativo di , a lasciare Istanbul per trasferirsi all’Olimpia Milano che da settimane lo corteggia incessantemente. Sul piede di partenza, vista come detto la necessità di contenere i costi in casa Fener (si parla di una riduzione del budget del 30%), ci sarebbero però altri big come il greco Kostas Sloukas (pronto a tornare all’Olympiacos), Nando De Colo (seguito dal Valencia e dalla Virtus Bologna che però difficilmente disputerà la prossima Eurolega) e Ian Vesely. I prossimi giorni saranno decisivi anche su questi ultimi fronti.