Russell Westbrook (LaPresse)
Russell Westbrook (LaPresse)

Brooklyn (Stati Uniti), 14 marzo 2018 – In quest’ultimo scampolo della stagione regolare NBA sembrano viaggiare in maniera decisamente parallela le corse degli Houston Rockets e dei Toronto Raptors: dopo la vittoria dei texani primi ad Ovest maturata ieri, è infatti arrivata anche quella dei canadesi che al Barclay’s Center di Brooklyn, trascinati da Jonas Valanciunas (26 punti e 14 rimbalzi), hanno battuto 116-102 recuperando un gap di 10 lunghezze accumulato nella prima metà di gara. In grande risalita ad Est ci sono sicuramente gli Indiana Pacers che, sospinti da Turner (25 punti), hanno battuto in volata i Philadelphia 76ers (101-98) fermando la rimonta finale della franchigia della Pennsylvania a cui non sono bastati i 29 punti e 12 rimbalzi di Embiid e la tripla doppia di Simmons (10 punti, 10 assist e 13 rimbalzi). Serata da dimenticare invece per l’azzurro Marco Belinelli che in 26 minuti ha siglato solo 6 punti. E’ stata invece decisiva la quattordicesima tripla doppia stagionale di LeBron James – record personale – che ha portato a casa 28 punti, 13 rimbalzi e 11 assist guidando i suoi Cavaliers alla vittoria sul velluto contro i Phoenix Suns, arrivati alla sesta sconfitta di fila – sedicesima nelle ultime diciassette gare – e partiti con un -20 incassato nel primo quarto (38-18).

Difficilmente dimenticherà questa nottata anche Russell Westbrook che in casa dei non certo irresistibili Atlanta Hawks si è caricato sulle spalle i suoi Oklahoma City Thunder e li ha portati alla vittoria (119-107) mettendo a segno la centesima tripla doppia in carriera ed entrando in una ristretta cerchia di cui fanno parte Oscar Robertson (181 triple doppie in carriera), “Magic” Johnson (138) e Jason Kidd (107). Per il raggiungimento dei playoff è stata a dir poco pesante anche la vittoria dei Minnesota Timberwolves che hanno superato 116-111 i Washington Wizards, anch’essi in lotta, ad Est, per agguantare la post-season. Mattatore del match è stato Karl-Anthony Towns che ha raggiunto l’ennesima doppia doppia stagionale (37 punti, 10 rimbalzi e un ragguardevole 13/17 dal campo) dando un importante contributo per mettere a segno il break decisivo di 20-3 nel quarto finale. Stabilmente tra le prime otto della Western ci sono anche i New Orleans Pelicans di un Anthony Davis che sta tornando ai suoi livelli come fatto vedere questa notte in cui ha mandato a referto 31 punti, 14 rimbalzi e 5 stoppate nel 119-115 con cui la franchigia della Louisiana ha sconfitto gli Hornets. In attesa del ritorno in campo di Danilo Gallinari, continuano la loro risalita anche i Los Angeles Clippers, che hanno vinto 112-106 contro i Bulls, mentre gli Utah Jazz di un monumentale Gobert (22 punti e 12 rimbalzi) hanno spazzato via i Pistons con un pesante 110-79.