Toronto (Canada), 2 gennaio 2018 – Comincia nel segno di DeMar DeRozan il 2018 dei Toronto Raptors - ora secondi in solitaria ad Est - che in casa si sono imposti sui Milwaukee Bucks per 131-127 al termine di un match combattutissimo e conclusosi al termine di un tempo supplementare in cui la guardia nativa di Compton, ha completato il suo personalissimo capolavoro mandando a segno 8 dei suoi 52 punti totali e stabilendo il nuovo record di franchigia dopo aver superato di un solo punto il precedente primato condiviso da Terrence Ross e Vince Carter. Niente da fare quindi per Milwaukee che ha provato a restare aggrappata al match con coraggio affidandosi ad Antetokounmpo (26 punti, 9 rimbalzi e 7 assist) e ad un assai ispirato Bledsoe che nel solo extratime ha siglato 11 dei suoi 29 punti totali.

L’overtime è servito anche ai Portland Trial Blazers per avere ragione dei Chicago Bulls per 124-120: autentico mattatore della serata dello United Center di Chicago è stato CJ McCollum che ha mandato a referto 25 dei suoi 32 punti nella seconda metà di gara e soprattutto a 25” dalla fine del supplementare ha siglato il canestro che ha definitivamente respinto gli assalti dei Bulls a cui non sono bastati ben sei uomini andati in dppia cifra per punti segnati tra cui Chris Dunn arrivato a 22 punti. Sembra non avere fine invece la crisi dei Los Angeles Lakers – giunti al settimo ko consecutivo – che sono stati sconfitti 114-96 al termine di un match a senso unico dai Minnesota Timberwolves, trascinati alla vittoria consecutiva da Jimmy Butler (28 punti) e dalla trentesima doppia doppia stagionale di Karl-Anthony Towns (16 punti e 13 rimbalzi). Infine i Brooklyn Nets sono tornati al successo dopo il ko con i Celtics battendo 98-95 i Magic.