Lunedì 15 Luglio 2024
MATTEO AIROLDI
Basket

NBA, playoff: successi agevoli per Celtics e Sixers. Sacramento sgambetta Golden State

I Knicks sbancano Cleveland

Brown (ANSA)

Brown (ANSA)

New York (Stati Uniti), 16 aprile 2023 – Nella notte si è finalmente alzato il sipario sui playoff NBA, l’evento probabilmente più atteso della stagione da parte degli appassionati di pallacanestro a stelle e strisce. Ad aprire le danze di una postseason che ci terrà compagnia fino a giugno è stato il successo dei Philadelphia 76ers che, tra le mura amiche della Wells Fargo Arena, non hanno lasciato scampo ai Brooklyn Nets e li hanno mandati al tappetto con un perentorio 121-101. I Sixers sono stati protagonista di una straordinaria prova balistica, testimoniata dal 21/43 nel tiro da tre punti, che rappresenta un record di triple nei playoff per la franchigia della Pennsylvania. Sul campo c’è stato un vero e proprio crescendo rossiniano dei 76ers, che si sono fatti trascinare dalle prestazioni maiuscole del grande ex di serata James Harden (23 punti con 7/13 dalla lunga distanza e anche 11 assist distribuiti), Joel Embiid (26 punti con un notevole 11/11 ai liberi) e Tobias Harris (21 punti con 9/14 dal campo). Troppo solo, invece, sul fronte Nets, Mikal Bridges che ha chiuso con un bottino di 30 punti (23 mandati a bersaglio nel solo primo tempo). La prima vera sorpresa dei playoff è invece arrivata sulla costa Ovest, dove i Golden State Warriors campioni in carica sono stati battuti 126-123 nel primo atto del derby californiano con i Sacramento Kings. Sul successo di Sacramento ci sono le inconfondibili firme di De’Aaron Fox, che ha chiuso con uno strepitoso bottino personale di 38 punti, e di Malik Monk, il quale in uscita dalla panchina ha portato a casa ben 32 punti. Agli Warriors, che hanno anche avuto l’occasione per mandare il match all’overtime, non sono bastate le prove degli “Splash Brothers” Steph Curry (30 punti) e Klay Thompson (21 punti) e i 17 punti a testa di Andrew Wiggins e Jordan Poole.

I Celtics travolgono Atlanta. Bene i Knicks

Tutto forse fin troppo semplice, invece, per i Boston Celtics che hanno sconfitto gli Atlanta Hawks 112-99 al termine di una gara letteralmente dominata dai biancoverdi. Lo spartiacque del match è stato il secondo quarto, in cui i Celtics hanno realizzato la bellezza di 45 punti, subendone solo 25 e andando negli spogliatoi avanti sul 74-44. Un cuscinetto di vantaggio che ha permesso agli uomini di coach Mazzulla di amministrare nella ripresa ritmi e punteggi senza patemi. Cinque i biancoverdi finiti in doppia cifra, tra i quali spiccano Jaylen Brown (29 punti conditi con 12 rimbalzi), Jayson Tatum (25 punti e 11 rimbalzi) e Derrick White (24 punti, 5 rimbalzi e 7 assist), mentre nelle file di Atlanta Trae Young è stato protagonista di una prova un po’ opaca (16 punti con 5/18 dal campo). Infine, è cominciata con il giusto piede anche la postseason dei New York Knicks, i quali hanno sbancato il Rocket Mortgage Fieldhouse di Cleveland piegando i Cavaliers 101-97: grande è stato Jalen Brunson, che siglato 27 punti, di cui 21 nella sola e strepitosa ripresa. Bene anche Julius Randle con 19 e Josh Hart, che in uscita dalla panchina ha messo a segno 17 punti. Sul fronte dei Cavs, invecem sono risultati vani i 38 punti mandati a bersaglio Donovan Mitchell.