Curry in azione
Curry in azione

Milano, 24 maggio 2020 - La Nba è pronta a sbarcare a Disney World. Come già ipotizzato negli scorsi giorni, la Lega americana di pallacanestro avrebbe ormai puntato su questa soluzione per concludere la stagione 2019/20. A confermarlo, seppur in toni più cauti, è stato il portavoce Mike Bass. "La Nba, in associazione con la Nbpa (il sindacato dei giocatori, ndr), ha avviato contatti esplorativi con la Walt Disney Company per ricominciare la stagione 2019-20 a fine luglio all'Espn Wide World of Sports Complex, parte di Disney World in Florida. Sarebbe il sito unico per partite, allenamenti e alloggi. La nostra priorità resta quella di assicurare la salute e la sicurezza di tutti quelli coinvolti, e stiamo lavorando con esperti di salute pubblica e autorità governative per assicurarci di avere dettagliate linee guida che ci consentano di avere appropriati protocolli medici e protezioni". 

Insomma, Disney World, o meglio, l'Espn Wide World of Sports Complex, che comprende 12 campi da gioco già adibiti per i collegamenti tv, si trasformerebbe in una vera e propria "bolla", che accoglierebbe le squadre. Le strutture, fra le quali hotel e resort di lusso, dove ospitarle infatti non mancano: parliamo del resto di un'area da 89 ettari di terreno. Ci sarebbe eventualmente lo spazio per tutte e 30 le franchigie Nba, anche se il format con cui si riprenderà a giocare non è ancora stato stabilito. C'è chi parla di una regular season snellita, che vedrebbe coinvolte esclusivamente le formazioni in lotta per i playoff, ma al momento restano idee, non vere e proprie proposte ufficiali. 

Quel che pare sicuro è invece il fatto che la ripartenza verrà fissata fra la metà e la fine di luglio. E l'uscita allo scoperto da parte della Lega sulle trattative per l'individuazione della location unica lascia pensare che la tempistica verrà rispettata. A proposito di tempistiche: il 29 maggio è in programma una riunione fra il commissioner Adam Silver e i proprietari, mentre la data del 15 giugno coincide con la deadline per decidere se ricominciare la stagione o meno. La riposta al quesito sembra tuttavia scontata, con Disney World che è pronta ad abbracciare la Nba, solidificando ancora di più il rapporto già esistente fra la casa di Topolino e la Lega.