Pinzolo, 22 agosto 2018 – A tre giorni esatti dall’inizio del ritiro che l’Italbasket svolgerà per la prima volta a Pinzolo (gli azzurri si alleneranno dal 25 agosto al 5 settembre) per preparare al meglio le gare contro Polonia (17 settembre al PalaDozza di Bologna) e Ungheria (17 settembre a Debrecen) che apriranno la seconda fase delle qualificazioni ai Mondiali di Cina 2019, il commissario tecnico Meo Sacchetti ha scremato l’iniziale ‘long list’ di 31 elementi diramata poche settimane fa, scegliendo soltanto 15 giocatori che partiranno per il ritiro e di conseguenza potranno entrare tra i 12 che disputeranno le partite di settembre.

Della lista dei giocatori scelti da Sacchetti fanno parte Awudu Abass, Pietro Aradori, Paul Biligha, Christian Burns, Andrea Cinciarini, Luigi Datome, Amedeo Della Valle, Ariel Filloy, Diego Flaccadori, Nicolò Melli, Brian Sacchetti, Amedeo Tessitori, Stefano Tonut, e i fratelli Luca e Michele Vitali. Non compaiono quindi tra i convocati gli atleti Nba Marco Belinelli, che poch giorni fa ha di fatto concordato l’esclusione dalla lista con lo staff tecnico azzurro, e Danilo Gallinari che non avrebbe ottenuto dai Clippers il placet per far parte della spedizione azzurra nonostante il suo desiderio di tornare a vestire la casacca della Nazionale anche per sotterrare definitivamente alcune polemiche sorte nei mesi scorsi con Sacchetti .

Rientrano invece in gruppo, dopo aver saltato le due gare di giugno e luglio in cui l’Italia è stata sconfitta da Croazia e Paesi Bassi, capitan Gigi Datome e il suo compagno di squadra al Fenerbahce Nicolò Melli. Discorso a parte lo merita Jeff Brooks che sta completando l’iter per ottenere la cittadinanza italiana e per entrare a far parte del gruppo azzurro. Per ora il giocatore dell’Olimpia Milano è stato inserito in una lista di riserve pronte a subentrare in caso di bisogno, d cui fanno parte anche Nicola Akele, Leonardo Candi, Simone Fontecchio, raphael Gaspardo, Andrea Mezzanotte, Achille Polonara e Giampaolo Ricci. Nelle prossime settimane si capir se Brooks sarà già abile arruolabile per il suo esordio in azzurro ma intanto l’Italia è comunque pronta a sferrare l’attacco decisivo per conquistare l’agognato pass mondiale.

MATTEO AIROLDI