Manila (Filippine), 12 giugno 2018 – Si tinge di azzurro il Mondiale femminile 3X3 – kermesse dedicata al basket tre contro tre – svoltosi a Manila: l’Italia guidata dalla Team Leader Angela Adamoli ha infatti conquistato la sua prima, storica medaglia d’Oro superando in finale la Russia 16-12. Un successo che Giulia Rulli, Marcella Filippi, Rae Lin D’Alie e Giulia Ciavarella hanno conquistato al culmine di una cavalcata in cui hanno rimediato una sola sconfitta contro la Repubblica Ceca a fronte di ben sei successi ottenuti. Determinante è stata ovviamente la giornata di oggi cominciata con il successo ai quarti di finale ottenuto contro gli Stati Uniti. Successivamente poi è arrivato il successo ai supplementari in semifinale contro la Cina e il trionfo finale contro la Russia che non è riuscita a portare a termine la sua rimonta.

La palma di miglior giocatrice del torneo è andata - nonostante i canestri decisivi siglati in quest’ultima giornata dalla capitana Marcella Filippi - dritta nelle mani di Rae Lin D’Alie che nel momento della premiazione ha faticato e non poco a trattenere l’emozione: “Se tu non sogni non puoi arrivare al traguardo. Ho sempre creduto in questo sogno, in questa squadra, nell’Italia e nel lavoro che abbiamo fatto. Avevamo un obbiettivo e abbiamo lavorato per tutto l’anno pur essendo a distanza. In queste tre settimane abbiamo fatto lo stesso assieme allo staff perché avevamo un sogno e ce lo siamo andate a prendere. I tifosi delle Filippine che sono venuti a vederci hanno un grande cuore e ci hanno dato la spinta quindi li voglio ringraziare”.

Alle stelle anche la felicità e la soddisfazione per questo storico traguardo raggiunto della Team Leder Angela Adamoli: “Hanno lavorato tanto le ragazze –ricorda emozionatissima Angela Adamoli- e adesso dicono che sono anche un po’ strega perché ieri sera ho affermato che giocando contro gli Stati Uniti avremmo poi avuto la possibilità di batterle tutte e tre. E’ una squadra che si è formata quest’anno e che si è conosciuta giorno dopo con tanto impegno e abnegazione. Abbiamo saputo reagire nei momenti di crisi. Rae è il nostro motorino, Ciavarella e Rulli sembrava che giocassero da sempre a 3x3 mentre erano all’esordio, e Marcella Filippi, la nostra capitana, è stata eccezionale e ci ha portati in finale con i tiri liberi decisivi contro la Cina. Brave tutte. Oltre alle ragazze sento di ringraziare i dirigenti federali così come il personale della FIP e il mio staff”.