Meo Sacchetti, la sua Vanoli Cremona ha ingaggiato Josip Sobin
Meo Sacchetti, la sua Vanoli Cremona ha ingaggiato Josip Sobin

Bologna 20 settembre 2019 – Manca meno di una settimana all’inizio del novantottesimo campionato di serie A con l’anticipo in programma martedì tra Pesaro e Bologna ma si registrano movimenti di mercato per alcune squadre della massima lega italiana chiamate a puntellare il roster a causa delle prime defezioni stagionali. E’ il caso della Pompea Fortitudo Bologna che si è rinforzata sotto canestro con l’ingaggio fino ad inizio novembre di Deshwan Stephens. Pivot classe 1989 alto 203 centimetri, il nativo di Los Angeles andrà a sostituire Henry Sims infortunatosi alla mano vittima di una frattura alla base del quarto metacarpo della mano destra. Il giocatore dovrà indossare un tutore che immobilizzerà l’arto per quattro settimane. Chi lo sostituirà, vale a dire Stephens, ha già maturato una precedente esperienza in Italia indossando la canotta della Dinamo Academy Cagliari nella stagione 2017/2018 contribuendo in modo decisivo alla salvezza degli isolani, con una media di 16 punti e 8,4 rimbalzi. Il prodotto delle Università di Santa Monica e San Diego Aztecs vanta un passato anche in Israele dove ha difeso i colori del Maccabi Rishon e dell’Hapoel Tel Aviv. Nel suo passato c’è anche Giappone e una parentesi in Venezuela.

In vista della Supercoppa del prossimo fine settimana a Bari, la Vanoli Cremona è corsa ai ripari ingaggiando Josip Sobin, centro croato di 204 centimetri, figlio di Goran. Cresciuto nelle fila del KK Spalato, il pivot del 1989 ha giocato nelle ultime due annate coi polacchi dell’Anwil Wloclawek (avversaria della Sidigas Avellino nell’ultima Basketball Champions League) con cui ha vinto i titoli nazionali e la Supercoppa polacca 2018. Avrà il compito di rimpiazzare Darrell Williams i cui problemi fisici hanno spinto il club lombardo a tagliarlo.
Altro pivot in arrivo è Bogdan Radosavljevic, classe 1993 di nazionalità tedesca formandosi in Germania nelle giovanili del GSV Omiros Fürth e nella NBBL. Sul cestista di Jogodina decide di investirci il Bayern Monaco nel 2010. Trascorsi tre anni emigra al Walter Tigers Tubingen con cui realizza 9.4 punti e 4.4 rimbalzi a una media di 20 minuti di impiego. La sua carriera proseguirà successivamente nell’Alba Berlino con cui debutta in Eurocup mentre l’anno scorso si divide tra Ludwigsburg e Ratiopharm Ulm. E’ stato anche membro della Germania Under 20 con cui è risultato essere il top scorer nell’Europeo di Estonia.