New York, 28 agosto 2018 - Manu Ginobili ha annunciato il proprio ritiro dal mondo del basket. L'argentino, 41 anni, ha comunicato la propria decisione con un post su Twitter: "Oggi, in mezzo a mille emozioni diverse, annuncio il mio ritiro dalla pallacanestro. GRATITUDINE IMMENSA verso chiunque (famiglia, amici, compagni di squadra, allenatori, staff, tifosi) sia stato coinvolto nella mia vita negli ultimi 23 anni. È stato un viaggio favoloso. Di gran lunga migliore dei miei sogni più ambiziosi", queste le parole del giocatore straniero di maggiore successo nella storia della Nba.

Ginobili saluta dopo una carriera di 23 anni (16 dei quali ai San Antonio Spurs) segnata da quattro titoli Nba oltre che da una medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atene e da un argento mondiale con la maglia della nazionale argentina di basket. Di lui si ricordano , inoltre, le esperienze italiane a Reggio Calabria e Bologna, in particolare quest'ultima dove, con la maglia della Virtus, centrò da protagonista il cosiddetto 'grande slam' (vittoria di Eurolega, campionato italiano e Coppa Italia nella stessa stagione) alla sua prima stagione (2000-01), risultato a cui si aggiunse un'altra Coppa Italia l'anno successivo. Furono proprio le due grandi stagioni disputate nel capoluogo emiliano a spalancargli le porte dell'Nba. Selezionato in due occasioni per gli All-Star Games, Ginobili è l'unico giocatore della storia della pallacanestro ad aver vinto un titolo nazionale (in Italia con la Virtus Bologna), un'Eurolega, la medaglia d'oro olimpica e l'anello di Campione Nba.