Anthony Davis (Ansa)
Anthony Davis (Ansa)

Los Angeles (Stati Uniti), 16 giugno 2019 – Il primo grande colpo del mercato estivo della NBA lo piazzano i Los Angeles Lakers che, dopo un corteggiamento durato diversi mesi, sono riusciti ad assicurarsi le prestazioni di Anthony Davis. In queste ore, infatti, la franchigia californiana è riuscita a trovare l’accordo con i New Orleans Pelicans che in cambio di Davis riceveranno Lonzo Ball, Brandon Ingram, Josh Hart e tre prime scelte future, tra cui la quarta assoluta al Draft di quest’anno. Una trade che soddisfa tutte le parti in causa, insomma: Anthony Davis, che già in gennaio aveva chiesto di lasciare New Orleans e ora sarebbe pronto a rinnovare un contratto in scadenza nell'estate 2020, i Lakers che si assicurano una stella da affiancare a LeBron James e utile per portare altri campioni in gialloviola durante la free agency, e anche i Pelicans che, pur perdendo la loro superstar, avranno due delle prime quattro scelte assolute al prossimo draft e potranno ripartire anche grazie a tre elementi di ottimo livello come Ball, Hart e Ingram.

“Anthony Davis sta arrivando! E’ solo l’inizio” ha scritto un entusiasta LeBron James su Instagram. Di diverso avviso LaVar Ball, l’istrionico padre di Lonzo che dopo un lungo silenzio è tornato a parlare criticando e non poco la scelta dei Lakers di sacrificare il figlio per arrivare a Davis: “Questa sarà la peggior trade della storia dei Lakers – ha tuonato Ball senior – che non vinceranno mai più un titolo. Se ne pentiranno, non vedo l’ora che arrivi quel momento. Stanno per andarsi a schiantare ma fortunatamente mio figlio è sceso prima dalla nave. Gli ho dato una chance e gli ho detto che se avessero preso tutti e tre i miei figli il loro futuro sarebbe stato migliore, ma se ne pentiranno”. L’estate del mercato NBA, insomma, si preannuncia piuttosto torrida.