Foto Archivio FIP

Bologna, 9 settembre 2018 - Archiviata la parentesi della VGT Supercup, dove gli azzurri hanno raccolto un terzo posto finale dopo aver perso all’esordio con la Repubblica Ceca e aver battuto poi la Germania padrona di casa ieri pomeriggio, l’Italbasket di Meo Sacchetti non perde tempo e ricomincia subito a lavorare dopo aver raggiunto Bologna. In questi giorni infatti gli azzurri si alleneranno al PalaDozza per prendere confidenza con il campo su cui scenderanno venerdì sera alle 20.15 (diretta su Sky Sport) per affrontare la Polonia nel primo dei due impegni che apriranno la seconda fase delle qualificazioni ai Mondiali di Cina 2019 (il secondo impegno l’Italia lo disputerà il 17 settembre a Debrecen contro l’Ungheria padrona di casa).

La grande novità in casa azzurra è rappresentata dagli arrivi in ritiro di Amedeo Della Valle – che sembra aver recuperato la forma migliore dopo aver svolto un lavoro personalizzato sotto gli occhi dello staff dell’AX Olimpia Milano –, Michele Vitali (che, come da regolamento FIBA, è stato lasciato libero da Andorra di raggiungere la Nazionale e domani raggiungerà la natia Bologna) e quello di Jeff Brooks che ha finalmente espletato tutte le formalità burocratiche necessarie per ricevere il passaporto italiano che gli permetterà di esordire in azzurro. Proprio l’ex giocatore di Jesi, Cantù e Sassari, che ha di recente firmato un accordo pluriennale con Milano, ha raccontato ai taccuini della FIP le sue prime sensazioni in azzurro: “Sono davvero contento di essere qui e di poter indossare questa maglia - ha spiegato Brooks - e do appuntamento a tutti venerdì al palazzo quando giocheremo comtro la Polonia. Ho scelto la casacca numero 15 perché indica la data del compleanno di mia moglie Benedetta”. Ovviamente questi tre innesti hanno portato Sacchetti a fare delle rinunce e nella fattispecie a liberare Leonardo Candi, Diego Flaccadori e Amedeo Tessitori che quindi non rientreranno tra i possibili convocati per le sfide contro Polonia e Ungheria.