Pechino (Cina) 15 settembre 2019 – L’Australia accarezza per circa venticinque minuti il sogno di salire per la prima volta nella sua storia sul podio di un Mondiale. A trionfare è la Francia che chiude al terzo posto il Mondiale 2019. Un match iniziato a dir poco male per la formazione transalpina che deve fare subito i conti con l’energia di un’avversaria che parte con le marce alte in difesa e con un emblema su tutti: Matt Dellavedova. La guardia del Cleveland Cavaliers prende in consegna Evan Fournier: il pressing asfissiante sull’esterno francese, unito a qualche screzio con Gobert, complica e non di poco le idee offensive della squadra di Collet che deve incassare i sette punti iniziali di Patty Mills (4-10). Arriva così il momento di Nando De Colo e Vincent Poirier con il regista del Cska Mosca che piazza l’unica tripla del primo periodo per la sua squadra visibilmente contratta in attacco (11-16). Un accenno di reazione arriva con Fournier (18-22 al 16’) all’interno di una partita che regala pochi sprazzi di gioco interessante ai presenti. Nel frattempo Joe Ingles continua il suo personale show in attacco (otto punti nella seconda frazione) portando gli oceanici fino al 21-28 contro una Francia troppo brutta per sembrare vera e che paga il 6/26 al tiro). Al rientro dagli spogliatoi l’Australia tocca il massimo vantaggio ancora con Ingles che sulla linea di fondo pesca il gioco da tre punti – con la complicità del fallo propiziato dal suo compagno di squadra agli Utah Jazz Gobert - che fa registrare sul tabellone il massimo vantaggio (23-38). E’ qui che la Francia inizia la propria partita riuscendo a coinvolgere Nicolas Batum fino a questo momento avulso dal match. L’ala degli Hornets diventa un fattore su entrambe le metà campo supportato dalla ritrovata vena offensiva di Fournier e dalla garanzia De Colo che limano il divario col passare dei minuti. L’Australia accusa il colpo e appare incapace di reagire con coach Lemanis costretto a rimettere sul parquet Dellavedova. Lo scenario non muta. De Colo piazza otto punti personali nei primi tre giri di lancette del quarto periodo e dalle quindici lunghezze di svantaggio, la Francia si ritrova avanti di due possessi. Mills e Bogut cercano di riaprire una partita che viene chiusa con doppia mandata dalla precisione di Andrew Albicy che decreta il terzo posto in un Mondiale dopo quello ottenuto in Spagna nel 2014.

Tabellini

Francia: Albicy 9, Batum 9, De Colo 19, Fournier 16, Gobert 2, Labeyrie 2, Lacombe ne, Lessort ne, M’Baye, Ntilikina 2, Poirer 8, Toupane. All.: Collet


Australia: Barlow ne, Baynes 5, Bogut 5, Creek, Dellavedova 4,Gliddon ne, Goulding, Ingles 17, Kay 9, Landale 4, Mills 15, Sobey ne. All.: Lemanis