Ettore Messina (Ansa)
Ettore Messina (Ansa)

Milano, 20 aprile 2021 – Il momento della verità è arrivato: questa sera alle 20.45 (diretta su Eurosport 2, Discovery+ ed Eurosport Player) partiranno infatti i playoff di Eurolega. Per strappare uno dei quattro pass per le Final Four in programma a Colonia dal 28 al 30 maggio prossimi, l’Olimpia – che non arrivava ai playoff dal 2014 e che ha chiuso al quarto posto la regular season conquistandosi il fattore campo in questa serie al meglio delle cinque partite – dovrà superare l’ostacolo Bayern Monaco, guidato per la prima volta verso questo storico traguardo da coach Andrea Trinchieri.

I precedenti complessivi sorridono a Milano che si è imposta in cinque degli otto incontri tra le due formazioni – che hanno chiuso con l’identico record stagionale di 21 vittorie e 13 sconfitte – portando a casa anche le due sfide di quest’anno, ma i biancorossi non devono comunque prendere sotto gamba un avversario che nel suo roster annovera anche gli italiani Diego Flaccadori e Sasha Grant e altre due vecchie conoscenze della Serie A come l’ex Reggio Jalen Reynolds e Leon Radosevic, visto proprio alle latitudini meneghine. Dal canto suo l’Olimpia, che perde pochissimi palloni e tira ad alte percentuali (51% da due e 42% da tre), dovrà puntare sull’esperienza di giocatori come Sergio Rodriguez, Gigi Datome e Kyle Hines, abituati a vincere questo tipo di partite di maggior peso specifico.

Le parole di Messina e gli altri accoppiamenti playoff

Come detto e come sottolineato anche da coach Messina, che non ha risparmiato elogi al collega Trinchieri – con il quale però anche nel recente passato ha avuto qualche attrito dialettico –, in casa Olimpia l’attenzione è massima così come la pazienza: “Sarà una serie molto difficile ed equilibrata tra quelle che probabilmente sono state le due sorprese dell’intera stagione di EuroLeague. Il Bayern è una squadra molto ben allenata, con disciplina e organizzazione difensiva di alto livello. Noi dovremo avere pazienza in una serie che sarà probabilmente decisa dai dettagli. In questo momento, la prima partita è l’unica cui dobbiamo pensare”.

Gli altri accoppiamenti playoff

A chiudere il quadro playoff ci saranno poi la serie tra il Barcellona capolista di regular season e la sorpresa Zenit San Pietroburgo, quella tra il Real Madrid e l’ Efes Istanbul (protagonista di una grande rimonta con ben 11 vittorie nelle ultime tredici gare) e quella tra il Fenerbahce Istanbul – martoriato in questi ultimi giorni da diversi casi Covid – e il Real Madrid, che ha agguantato la post-season in extremis.

Leggi anche - Superlega, Petrucci: "Contro la cultura sportiva ma non si può fermare una lega privata"