Melli, Hines, Datome e Sergio Rodriguez (Ciammillo-Castoria)
Melli, Hines, Datome e Sergio Rodriguez (Ciammillo-Castoria)

San Pietroburgo (Russia), 19 novembre 2021 – Secondo appuntamento consecutivo in terra russa per l’Armani AX Milano che questa sera alle 18.45 andrà a far visita allo Zenit San Pietroburgo (diretta su Sky Sport Arena ed Eleven Sports) con l’obbiettivo di riprendere la sua marcia in Eurolega e cancellare al più presto la delusione per la scoppola patita pochi giorni fa in casa dell’Unics. L’impresa sarà però tutt’altro che facile da centrare per l’Olimpia che dovrà fare a meno non solo dell’ormai lungodegente Malcolm Delaney ma anche di Dinos Mitoglou che a Kazan ha rimediato la frattura del quinto metatarso del piede sinistro, infortunio che costringerà il lungo greco a sottoporsi a un intervento chirurgico e a conseguenti settimane di stop. Dall’altra parte invece ci sarà uno Zenit attualmente quinto a una sola vittoria da Milano e reduce da quattro successi europei consecutivi. Una squadra quindi decisamente ostica da affrontare e che, pur essendo orfana della sua stella Shabazz Napier, può comunque contare su un roster di primissimo livello del quale fanno parte gli ex Olimpia Kuzminskas e Gudaitis ma anche giocatori del calibro di Lloyd, Ponitka e Pythress.
 

Le parole di Messina

Per centrare l’obiettivo e mantenere la vetta di Eurolega quantomeno in coabitazione con Barcellona e Real, servirà quindi una grande e tanta coesione di squadra come richiesto da coach Ettore Messina: “Sarà una partita molto difficile contro un altro eccellente avversario. Noi veniamo da una brutta prestazione a Kazan e ovviamente ci teniamo a ritrovare coesione, anche se la perdita di Dinos Mitoglou complica ulteriormente il nostro compito”. Sulla stessa falsariga le parole di Kyle Hines: “Veniamo da una brutta partita a Kazan, è stata la peggiore giocata quest’anno, ma proprio per questo vogliamo rispondere e giocare una buona gara contro una formazione molto forte, con giocatori di talento, che soprattutto in casa sta giocando molto bene. Il nostro obiettivo è chiudere questo viaggio con una buona partita”.

Basket, qualificazioni Mondiali 2023: i convocati dell'Italia per la finestra di novembre