Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 mag 2021

Eurolega, Efes campione d'Europa per la prima volta. Barça sconfitto 86-81

Trascinati da Micic - autore di 25 punti e nominato MVP delle Final Four - e Larkin i turchi si sono imposti al termine di un match di rara intensità. Terza Milano che nel pomeriggio ha sconfitto il CSKA 83-73

30 mag 2021
matteo airoldi
Sport
epa09238070 Anadolu Efes' Dogus Balbay (C) lifts the trophy as his teammates celebrate after winning the Euroleague basketball final match between FC Barcelona and Anadolu Efes Istanbul in Cologne, Germany, 30 May 2021.  EPA/FRIEDEMANN VOGEL
L'Efes campione d'Europa per la prima volta (Ansa)
epa09238070 Anadolu Efes' Dogus Balbay (C) lifts the trophy as his teammates celebrate after winning the Euroleague basketball final match between FC Barcelona and Anadolu Efes Istanbul in Cologne, Germany, 30 May 2021.  EPA/FRIEDEMANN VOGEL
L'Efes campione d'Europa per la prima volta (Ansa)

Colonia (Germania), 30 maggio 2021 – Per la prima volta nella sua storia, l’Anadolu Efes Istanbul sale sul tetto d’Europa vincendo l’Eurolega dopo aver piegato 86-81 il Barcellona  al termine di una finale di straordinaria bellezza e di rara intensità. La compagine turca guidata da coach Ergin Ataman ha avuto il grande merito di saper reagire al precoce tentativo di fuga dei blaugrana – che tra primo e secondo quarto sono volati anche a +10 – senza perdere le staffe, togliendo loro con un attacco paziente le certezze acquisite difensivamente e colpendoli a ripetizione con le stilettate dell’accoppiata composta da Shane Larkin (21 punti con 12/12 in lunetta) e dall’MVP delle Final Four – e della stagione regolare – Vasilije Micic (25 punti), salita di colpi dopo un avvio difficile e capace di fare la differenza nei due quarti centrali e nel testa a testa conclusivo. Il Barça dal canto suo, pur faticando a trovare soluzioni pulite in attacco, è comunque riuscito, nonostante le prove opache di MIrotic e Calathes, a restare fino alle battute conclusive aggrappato al match grazie soprattutto ai contributi superlativi di Brandon Davies (17 punti e 11 rimbalzi), Cory Higgins (23 punti con 4/6 da tre e 7/7 ai liberi) e Kyle Kuric (18 punti), ma alla fine lo sforzo non è bastato.

La cronaca

Dopo un avvio equilibrato e dominato dalle giocate di Davies da una parte e di Sanli dall’altra, il Barça alza i giri del motore chiudendo con un doppio giro di chiave le maglie difensive e mettendo la museruola a Micic e Larkin. Higgins, Kuric e Bolmaro in attacco e propiziano lo strappo che a cavallo tra primo e secondo quarto vale il +10 catalano (25-15). Sul più bello, però, la fase offensiva blaugrana si inceppa e arriva la risposta turca che si tramuta prima in un break di 7-0 e poi nel sorpasso griffato da Larkin a cronometro fermo (29-30). L’Efes ritrova fiducia e, approfittando di un Larkin scaltro a trovare facili viaggi in lunetta, allunga fino al +7 (31-38), prima dei cinque punti consecutivi di Kuric che riavvicinano i catalani all’intervallo (36-39).

Dopo la pausa lunga, è Micic ad accendersi con nove punti in un fazzoletto di pochi secondi, che fanno scivolare il Barcellona a -11 sul 41-52. Per non capitolare, il Barça deve allora aggrapparsi ai canestri di Higgins e Mirotic che scrivono sul tabellone il -7 iberico a 10’ dalla fine (58-65). Gli uomini di Jasikievicius ci credono e, nonostante il buon lavoro della difesa turca, accelerano nuovamente con Mirotic e Bolmaro che pareggiano i conti a quota 69. Ataman è così costretto a rigettare nella mischia un Micic con quattro falli all’attivo, ma il serbo non cade nei tranelli blaugrana e ripaga la fiducia in lui riposta mandando a bersaglio punti pesantissimi che, assieme alle giocate nel pitturato di Singleton spingono nuovamente l’Efes a +6 a 13” dalla fine (78-84). L’ultimo, disperato tentativo di recupero del Barcellona è affidato ai tre liberi messi a segno da Kuric pochi istanti più tardi, ma non basta perché sempre Micic mette in cassaforte la coppa dalla linea della carità.

Leggi anche - Giro d'Italia 2021: classifica finale. Vince Bernal, crono a Ganna

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?