Kevin Punter
Kevin Punter

Milano, 22 aprile 2021 – L’Armani AX Milano non fa sconti al Bayern Monaco e si prende anche gara 2 dei playoff di Eurolega sconfiggendo 80-69 i bavaresi. Questa sera gli uomini di Messina hanno sfoderato una prestazione pressoché perfetta su entrambe le metà del campo, seguendo un copione decisamente differente da quello di gara 1: i biancorossi hanno infatti preso il controllo del match già nel primo quarto con un break devastante di 20-0 ispirato dai canestri di Kevin Punter (20 punti) e Malcolm Delaney e poi, grazie ad una difesa asfissiante e alle giocate preziosissime di Sergio Rodriguez e Zach LeDay, hanno saputo resistere a tutti i tentativi di rientro del Bayern – rimasto senza coach Trinchieri, espulso per proteste a fine terzo quarto – al quale non sono bastati i 23 punti di Wade Baldwin e l’energia di James Gist (11 punti e 7 rimbalzi). Mercoledì prossimo, all’Audi Dome, il primo match point a disposizione dell’Olimpia per chiudere la serie e conquistare il pass per le Final Four di Colonia.

La cronaca

L’Olimpia non ha perso tempo e al buon abbrivio iniziale dei bavaresi ha risposto con un tramortente 20-0 confezionato grazie ai canestri di uno scatenato Kevin Punter e di Malcolm Delaney (20-5). Di Shields, invece, il gioco da tre punti per il +17 a certificare il dominio di un’Olimpia capace di far girare la palla con fluidità in modo da trovare puliti e di costringere con un'attenta difesa l’attacco bavarese a continue forzature. Le giocate di pura potenza dell’ex Reggio Reynolds in chiusura di primo quarto (26-12) non sono bastate a fermare la verve di Milano che all’alba della seconda frazione ha subito fatto ripartire il tassametro del vantaggio fino al +22 (40-18). Toccato il fondo, il Bayern ha cercato di risalire la corrente spinto da Baldwin e Lucic ma a fermare il tentativo di rientro esterno ci ha pensato Rodriguez con la tripla a fil di sirena per il +18 meneghino all’intervallo lungo (47-29). In uscita dagli spogliatoi, i bavaresi hanno provato a dare maggior consistenza al loro gioco e a mettere in apprensione Milano aggrappandosi ai muscoli di Gist e alla verve di Baldwin per riportarsi addirittura a -7 (55-48). Un doppio tecnico per proteste costato l’espulsione a coach Trinchieri ha però tamponato l’emorragia portando quattro punti ravvicinati in dote all’Olimpia che ha ripreso quota, trascinata da Rodriguez, e nel finale ha resistito, ancora grazie allo spagnolo e alla tripla della staffa di LeDay, all’ultimo assalto del Bayern che ha visto farsi sputare dal ferro anche il possibile -5. Dopo la sirena conclusiva, infine, non sono mancati momenti di tensione tra le due squadre per qualche parola di troppo volata tra i connazionali Lucic e Micov e LeDay.

Leggi anche - Basket, Serie A: rinviata al 10 maggio l’ultima giornata di regular season La decisione permetterà a Brindisi di