L'esultanza dei giocatori del Real Madrid ad Atene (Ansa)
L'esultanza dei giocatori del Real Madrid ad Atene (Ansa)

Bologna, 23 aprile 2019 – Il Real Madrid di Pablo Laso è la prima squadra a strappare un pass per partecipare alle Final Four di Eurolega che si svolgeranno tra il 17 e il 19 maggio a Vitoria. I campioni d’Europa in carica hanno infatti sbancato un campo difficilissimo come OAKA battendo 89-82 i padroni di casa del Panathinaikos e chiudendo sul 3-0 la serie: dopo essere volati a +9 ad inizio secondo quarto, i Blancos hanno subito il rientro del Pana che, spinto da Papapetrou, Lojeski (16 punti) e Thomas, ha ribaltato la situazione andando negli spogliatoi a +5 (41-36) al culmine di un break di 23-13. Il Real ha però avuto il merito di non mollare la presa e nel finale è stato premiato da un sensazionale Facundo Campazzo che, dopo aver raccolto il testimone da Thompkins e Ayon, ha chiuso la sua serata da incorniciare (16 punti, 10 rimbalzi e 8 falli subiti per un complessivo 29 di valutazione) segnando prima la tripla dell’allungo madridista a 1’ dalla fine e poi i liberi che hanno messo in ghiaccio il risultato.

Sorride anche il Fenerbahce di Nicolò Melli e Gigi Datome che, dopo aver incassato in gara 2 la prima sconfitta interna stagionale in Europa, si è subito ripreso il vantaggio del fattore campo nella serie andando a battere a domicilio lo Zalgiris Kaunas 66-57 al culmine di un match di rara intensità. L’asfissiante aggressività difensiva sui pick and roll fatta dallo Zalgiris e i canestri di Walkup, Westermann e Milaknis hanno segnato l’ottimo avvio dei lituani che nel secondo quarto hanno toccato il +9 (29-20) prima di essere riacciuffati da uno strepitoso Ian Vesely che ha riportato il Fenerbahce a -3 al suono della seconda sirena (34-31). L’inseguimento dei turchi è quindi proseguito fino alla metà del terzo quarto, quando si è improvvisamente acceso Marko Guduric (migliore dei suoi con 17 punti) che ha dapprima siglato tutto solo l’8-0 del sorpasso del Fenerbahce e poi sul finire della frazione assieme a Datome ha contribuito a far restare i vicecampioni d’Europa in testa nel punteggio. Un’accoppiata che anche nel quarto quarto ha infilato nella retina canestri pesanti; punti resi ancor più preziosi dalla tripla di Mahmutoglu che a 41” dalla fine ha chiuso i conti.