Rodriguez del CSKA (LaPresse)
Rodriguez del CSKA (LaPresse)

Bologna, 24 aprile 2019 - L’Anadolou Efes Istanbul è sempre più vicino a strappare un pass per le prossime Final Four di Eurolega. La squadra guidata da coach Ergin Ataman - ex Siena e Fortitudo Bologna - ha infatti centrato un clamoroso colpo al Palau Blaugrana dove ha strapazzato il Barcellona con un sonoro 102-68 e si è portato sul 2-1 nella serie con la possibilità di chiudere i conti venerdì. Trascinati da uno straripante Shane Larkin – capofila, con i suoi 30 punti segnati, di sei giocatori dell’Efes finiti in doppia cifra – i turchi sono stati protagonisti della più classica delle serate perfette, testimoniata dalle clamorose cifre al tiro (74% nel tiro da due e 43.8% da tre). Dall’altra parte è stata una gara da dimenticare per il Barcellona padrone di casa che, dopo aver chiuso il primo tempo a -13 (52-39), è letteralmente crollato nella seconda metà di gara in cui ha incassato 50 punti a fronte dei soli 30 siglati.

Ad un solo passo dalle Final Four c’è anche il CSKA Mosca che non senza fatica ha sconfitto a domicilio 84-77 il KIrolbet Baskonia. Mattatore della gara giocata alla Fernando Buesa Arena è stato il francese Nando De Colo che ha chiuso con un bottino di 28 punti (ha tirato con 9/15 dal campo e 6/6 ai liberi), 11 dei quali siglati nei 10’ conclusivi. La formazione russa ha provato subito a dettare l’andatura grazie alle giocate di Vorontsevich e De Colo che hanno ispirato il +10 rossoblu a fine primo quarto (28-18). La tripla di Higgins agli albori della seconda frazione ha spinto addirittura il CSKA a +13, ma non è bastato per mandare ko il Baskonia che ha risposto con i canestri di Poirier (migliore dei suoi con 19 punti e 15 rimbalzi) e Hilliard che hanno ridotto lo svantaggio all’intervallo lungo (46-39). L’inseguimento basco è quindi proseguito anche nel terzo quarto e ha trovato il suo culmine all’inizio della frazione finale quando l’ex Siena Matt Janning, con due triple consecutive, ha fatto mettere la freccia del sorpasso ai suoi (65-62). Un incidente di percorso che De Colo ha saputo risolvere caricandosi l’attacco del CSKA e siglando come detto 11 punti finali e pesantissimi ai fini del successo russo.