La festa del Valencia (foto: eurocupbasketball.com)
La festa del Valencia (foto: eurocupbasketball.com)

Valencia (Spagna), 15 aprile 2019 – A quasi cinque anni di distanza dal suo ultimo trionfo continentale, il Valencia Basket alza al cielo la quarta Eurocup della sua storia dopo aver battuto con un perentorio 89-63 l’Alba Berlino nel terzo atto di una combattutissima finale. Gli spagnoli sono riusciti a voltare pagina dopo il beffardo ko di gara 2 e, davanti ad una “Fonteta” ribollente di gioia e tinto di arancione, non hanno lasciato scampo ai teutonici giocando una gara 3 balisticamente perfetta – hanno tirato con il 54% da due e con uno stratosferico 52% da oltre l’arco dei 6.75 metri (13/25) – e mandando in doppia cifra per punti segnati ben quattro giocatori, capitanati da Will Thomas, autore di 19 punti che lo hanno portato alla conquista del titolo di MVP delle finali. Un punto in meno lo hanno invece segnato i più che positivi Fernando San Emeterio e Bojan Dubljevic, il quale ha bissato il successo del 2014.

Dopo una partenza fulminea (14-4), la formazione si è improvvisamente arenata lasciando campo libero al Valencia che tra la fine del primo e l’inizio del secondo quarto ha imbrigliato l’Alba con la difesa a zona e l’ha colpita con le bombe di Dubljevic, di Matt e Will Thomas che hanno ispirato un parziale di 24-5, il quale ha fatto volare gli iberici a +17 (40-23). Pronta è arrivata la risposta degli ospiti che, grazie a Gedraitis e Siva, sono tornati in singola cifra di svantaggio al culmine di un controbreak di 8-0 (40-31). Questo importante sforzo non è però bastato perché Will Thomas e Dubljevic hanno subito ripreso in mano la situazione spingendo nuovamente a +13 il Valencia (46-33 all’intervallo lungo) che ha poi preso definitivamente il controllo del match nella terza frazione grazie alle stilettate di San Emeterio, Sastre e dell’ex Caserta Doornekamp e si è involato indisturbato verso la vittoria.