Rudy Gobert (Utah Jazz) positivo al coronavirus (Ansa)
Rudy Gobert (Utah Jazz) positivo al coronavirus (Ansa)

Oklahoma City (Stati Uniti), 12 marzo 2020 – Il Coronavirus ferma anche l’NBA. Da giorni si temeva che l’espansione rapida e inesorabile del contagio da Covid-19 negli Stati Uniti potesse condizionare (si era già parlato di partite a porte chiuse, iniziativa colta con favore anche da molti giocatori) il prosieguo della stagione della lega di pallacanestro più famosa e seguita al mondo e questa notte purtroppo i timori si sono trasformati in qualcosa di rerribilmente concreto: pochi istanti prima dell’inizio della partita tra Oklahoma City Thunder (squadra in cui gioca l’italiano Danilo Gallinari) e gli Utah Jazz, con le squadre già in campo, un delegato della NBA è infatti arrivato ai bordi del campo per comunicare agli arbitri la positività al test del Covid-19 di Rudy Gobert, centro francese in forza alla franchigia dello Utah (il giocatore aveva manifestato la febbre e avrebbe saltato la sfida).

Immediatamente i giocatori sono stati fatti rientrare negli spogliatoi ed è scattata la sospensione della partita. Poco più tardi poi è addirittura arrivato lo stop momentaneo a tutta la stagione regolare: “L’NBA – si legge in una nota diramata – nel cuore della notte italiana – annuncia la positività al COVID 19 di Rudy Gobert. I risultati del test sono arrivati pochi istanti prima della palla a due ma il giocatore non era presente all’arena. La partita è pertanto da considerarsi cancellata mentre la stagione regolare è sospesa al termine delle partite della notte. NBA già da queste ore si mobiliterà per studiare i prossimi passi utili a far fronte nel modo migliore a questa pandemia.